Carabinieri fermano un bracconiere nel Parco Nazionale d’Abruzzo, l’habitat dell’orso bruno marsicano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Armato di fucile e intanto a cacciare in una zona protetta e caratterizzata dalla presenza dell’orso bruno marsicano. I Carabinieri del Reparto Biodiversità di Castel di Sangro oggi hanno fermato un uomo nella nella Foresta Demaniale Regionale “Chiarano-Sparvera”, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

L’uomo è stato sopreso in un’area protetta e Sito di Interesse Comunitario ed è stato denunciato e deferito all’Autorità Giudiziaria

“per aver esercitato attività venatoria in area vietata e protetta a livello europeo, nonché per aver contribuito a deteriorare habitat di interesse dell’Unione Europea ed aver messo in pericolo lo stato dell’ecosistema, della biodiversità, della flora e della fauna di un’area della Rete Natura 2000 dell’Unione Europea”.

L’uomo infatti è accusato di aver praticato attività venatoria illegale in un’area protetta e danneggiando l’habitat la cui conservazione è definita “prioritaria” dalla Direttiva Habitat in cui sono presenti specie strettamente tutelate a livello europeo e nazionale come l’orso bruno marsicano e il lupo appenninico.

In particolare, la zona in cui è stato individuato il cacciatore è esattamente quella in cui vive l’orso bruno marsicano, una scpecie fortemente minacciata di cui restano poche decine di semplari.

Il cacciatore ora rischia fino a sei anni di arresto/reclusione e fino a 100.000 euro di multa.

Purtroppo la notizia arriva quasi come una beffa, proprio nel giorno in cui ai cacciatori è permesso di avvicinarsi sempre di più per colpa della riduzione dell’area contigua del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise voluta da una delibera della Regione Lazio.

Oggi l’orso marsicano conta appena 50-55 individui ed è inserito dall’IUCN nella categoria “in pericolo critico di estinzione”,

Fonte di riferimento: Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook