@Commissione Tutela Animali Città di Giaveno/ Facebook

Questo cucciolo di capriolo è stato abbandonato dalla madre perché accarezzato dall’uomo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo scorso sabato un piccolo capriolo è stato abbandonato dalla propria madre. Il motivo? L’ignoranza di alcune persone che si sono avvicinate a lui per accarezzarlo. Dopo questo gesto, la mamma non è più tornata dal cucciolo, lasciandolo solo tra i boschi. L’episodio è accaduto in Piemonte, tra Giaveno e Valgioie. 

Il cucciolo abbandonato è stato portato al Canc (Centro Animali non Convenzionali) di Grugliasco dagli agenti della Polizia Municipale di Giaveno. Non si tratta di un episodio nuovo di abbandono provocato dai gesti incauti degli esseri umani. La vicenda ha portato diversi veterinari ed esperti a precisare che non bisogna toccare gli animali selvatici, appello che è stato ribadito anche in un post pubblicato su Facebook dalla Commissione Tutela Animali Città di Giaveno:

“Lo abbiamo scritto e detto in tutti i modi ma evidentemente c’è ancora troppa gente ignorante che va in giro per i boschi senza un minimo di conoscenze “etologiche”.
A causa dell’ignoranza, e forse dell’egoismo nel voler a tutti i costi accarezzare il “bambi” di disneyana memoria, un altro animale selvatico morirà o nella migliore delle ipotesi finirà in un centro di detenzione, senza poter fare la vita che la natura aveva scelto per lui. I selvatici ringraziano il Coronavirus per aver regalato loro tre mesi di vita normale”.

Proprio qualche giorno fa avevamo pubblicato un articolo in cui si spiega come comportarsi quando si incontra un animale selvatico. Per quanto riguarda i cuccioli di capriolo, generalmente si nascondono tra la vegetazione in attesa della madre, dunque non vanno avvicinati, toccati o addirittura presi in braccio, ma bisogna allontanarsi per evitare di spaventarli.

Fonte: Facebook Commissione Tutela Animali Città di Giaveno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook