Sbadiglio contagioso: i cani imparano a sbadigliare guardando gli uomini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sbadiglio chiama sbadiglio. Che lo sbadiglio sia contagioso è cosa risaputa, ma che questo valga anche per i cani è un’assoluta novità. Lo ha scoperto uno studio svedese della Lund University, pubblicato recentemente sulla rivista Animal Cognition. Anche i nostri amici a 4 zampe non resistono al “contagio” dello sbadiglio, ma diventano suscettibili solo con il crescere dell’età.

Proprio come i bambini, che cominciano a sbadigliare a circa 4 anni solo dopo aver visto gli adulti farlo e aver imparato a emulare questa azione, anche i cani imparerebbero a sbadigliare dai loro padroni fin da cuccioli. Il team di esperti lo ha stabilito analizzando il comportamento di 35 cani, di età compresa tra 4-14 mesi, a contatto prima con un familiare e poi con un estraneo. Dopo aver giocato in silenzio per cinque minuti, i padroni imitavano l’espressione facciale di uno sbadiglio, ma senza l’inspirazione e l’espirazione. Dopo alcuni minuti, invece, effettuavano uno sbadiglio completo, riflesso di una profonda inalazione ed espirazione del respiro.

Risultato? Durante gli esperimenti il 69% dei cani ha sbadigliato in risposta all’atto umano. Quando, però, i risultati sono stati suddivisi per età, i ricercatori hanno anche scoperto che i cani di età inferiore ai 7 mesi erano stati meno “contagiati” dallo sbadiglio degli uomini, con appena il 39% dei casi in cui l’atto è stato replicato (e solo nei cinque minuti successivi dallo sbadiglio umano). Questo suggerisce che il contagio dello sbadiglio è un processo di sviluppo, che viene condiviso sia dagli esseri umani che da alcuni animali.

In realtà, come spiega Live Science, già alcuni anni fa uno studio condotto su 29 cani aveva dimostrato che il 72% degli esemplari sbadigliava dopo aver visto il proprio proprietario compiere lo stesso atto. Successivi studi di follow up non erano però riusciti a replicare i risultati. Almeno fino a oggi, con la ricerca svedese che è riuscita a confermare l’ipotesi che i cani iniziano a sbadigliare per empatia, imitando gli uomini. Quando il nostro fidato amico sbadiglia, insomma, potrebbe non trattarsi semplicemente di una reazione allo stress.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Animali che sbadigliano: le 10 foto più contagiose

I cani riescono a sentire il dolore anche delle persone che non conoscono. E le consolano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook