Cani ‘killer’: in Gran Bretagna si pensa all’ergastolo per i proprietari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I proprietari o, meglio, gli amici umani dei cosiddetti cani ‘killer’ potrebbero essere condannati all’ergastolo. In Gran Bretagna si guarda all’inasprimento delle pene e al carcere a vita in particolare per i responsabili dei cani rei di omicidio.

L’iniziativa punta a pene più severe rispetto ai due anni previsti nel Regno Unito dal Dangerous Dogs Act del 1991. A lanciare la proposta è stato il ministro dell’Animal Welfare Lord de Mauley. Il governo ha ideato così una consultazione sul web per sapere cosa ne pensa la popolazione dell’inasprimento delle pene.

Le nuove sanzioni, qualora la proposta fosse accettata, saranno inserite nel disegno di legge su comportamento anti-sociale e criminalità, che già contiene una clausola che considera reato avere un cane pericoloso in una casa privata, nonché portarlo in un luogo pubblico.

Senza entrare nel merito delle cause che stanno alla base della ‘pericolosità’ dei cani – molto spesso imputabile all’uomo – le nuove norme da una parte tutelano gli animali, spesso addestrati a diventare pericolosi per vari fini, dall’altra addosserebbero la responsabilità delle loro azioni all’uomo, con un mutamento di prospettiva non da poco.

La risposta del pubblico potrebbe essere decisiva. In ogni caso, le intenzioni di procedere in questo senso, da parte del Dipartimento per l’Ambiente, l’alimentazione e gli affari rurali (Defra) ci sono tutte. Circa 16 persone sono state uccise dai cani dal 2005. Tra di loro il 14enne Jade Anderson che è stato sbranato da quattro cani a casa di un amico nei pressi di Wigan.

Gli attacchi dei cani sono terrificanti e abbiamo bisogno di pene severe per punire coloro che permettono al loro cane di ferire altre personeha detto Mauley al Guardian. A coloro che risponderanno al questionario online verrà chiesto se sono favorevoli ad “un aumento della pena massima per i reati aggravati commessi dai cani pericolosi“.

La consultazione online partirà il 1° settembre.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Bon ton a tavola: regole da seguire per educare il proprio cane anche mentre mangia

Cani legati con catena corta: arriva la sentenza e la multa della Cassazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook