Cani chiusi in auto: cosa fare se ne vediamo uno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ogni anno durante i mesi estivi i cani muoiono per irresponsabilità dei proprietari, che li lasciano chiusi in auto sotto il caldo torrido.

Cosa fare se vediamo un animale in difficoltà chiuso in un’automobile?

Cosa fare se vediamo un cane chiuso in auto

Durante i mesi estivi capita sempre più spesso che i proprietari di cani lascino i propri animali domestici chiusi in auto, nonostante le temperature elevate. Sebbene non esista l’obbligo di intervenire, molte persone, vedendo un animale in difficoltà vorrebbero adoperarsi in sua difesa, ma cosa è giusto fare se si nota un cane chiuso in un veicolo?

Innanzitutto bisogna valutare se la macchina si trova al sole con i finestrini chiusi in una giornata calda: in questo caso, il rischio di un malore per l’animale è elevato.
Controlliamo allora le condizioni dell’animale per valutare come comportarci. Se il cane è vigile e non presenta segni di sofferenza, è possibile cercare di risalire al proprietario, che quasi sicuramente sarà in zona.

Se l’animale appare in difficoltà o in evidente stato di sofferenza, meglio richiedere l’intervento della Polizia Locale o dei Carabinieri, che provvederanno ad aprire l’auto. In molti consigliano di scattare una foto al cane chiuso in macchina e poi rompere il vetro, ma in questo caso si rischia una denuncia. In alcuni casi, non si incorre nell’accusa di reato di danneggiamento per stato di necessità conclamato (disciplinato dall’articolo 54 del Codice Penale), ma rompendo il finestrino di un’auto altrui si corre il rischio di dover risarcire il danno al proprietario dell’autovettura.

Certamente la scelta su come comportarsi è soggettiva, ma il consiglio è quindi quello di contattare le Forze dell’Ordine ed evitare di prendere iniziative dettate dal panico e che potrebbero costare care.

Ricordiamo in ogni caso che un cane non dovrebbe mai essere lasciato in macchina durante le giornate calde. Se si è costretti a lasciare il cane in auto, questa dovrebbe essere posta all’ombra e con i finestrini abbassati. Il cane dovrebbe avere a disposizione dell’acqua e l’assenza del proprietario non deve superare i due-tre minuti. Ma meglio non lasciarli affatto!

All’interno del veicolo, infatti, la temperatura può aumentare di 20 gradi in 20 minuti e un cane lasciato in auto potrebbe perdere la vita in soli sei minuti. Se non volete perdere il vostro amico a quattro zampe, evitate di abbandonarlo in auto, poiché anche pochi minuti potrebbero costargli la vita.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook