I bassotti che vegliano la bambina in fin di vita senza lasciarla mai

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Storia di due cuccioli, anzi tre, e del loro amore. Storia di Nora, di appena 5 mesi, e di una coppia di dolci bassotti.

Lei, Nora Hall, un batuffolo ora avvolto da tubi e cerotti, ha avuto l’atroce destino di essere colpita da un ictus. Zac. A cinque mesi, 5, il suo piccolo cervello (o chi per esso) ha deciso di fare le bizze, causando gravi danni cerebrali e gettando nell’oscuro sconforto i genitori, Mary e John. E i suoi due cani bassotto.

Dal 6 aprile, quindi, l’ictus ha costretto Nora in un letto di ospedale perché le ha provocato una paralisi totale del sistema nervoso, ragion per cui è ricoverata in terapia intensiva al Minneapolis ‘s Hospital Chidren in coma farmacologico.

I medici sostengono che la bambina non vivrà a lungo e che, anzi, più resta in vita, più rischia un attacco di cuore fatale. Per evitare ciò, i suoi genitori hanno preso la straziante decisione di staccare la macchina che la tiene in vita entro la fine di questa settimana.

nora hall 1

Intanto, è giusto che Nora abbia accanto tutta la sua famiglia, cani compresi. Anzi, dei due amici pelosi è il bassotto di 8 anni, quello che è stato vicino a Nora sin dalla nascita, a non lasciarla un attimo. A lui è stata data la possibilità di entrare nella camera dell’ospedale e da allora veglia al suo capezzale.

Una storia triste che, ahimè, non vedrà un lieto fine. Ma anche in questo caso, la presenza di un cane può fare molto, alleviare un dolore immenso, far accettare – semmai quei due genitori ci riusciranno – una sorte crudele. L’animale cui si è più affezionati tra le corsie di un ospedale continua ad essere una figura dalla quale ricevere affetto incondizionato durante una degenza, aiuta a sorridere, a sentirsi meno soli.

Senza Nora la vita di Mary e John non sarà mai più la stessa. Ma chissà che l’amore dell’amico peloso non faccia miracoli.

Germana Carillo

Photo Credit

LEGGI anche:

freccia PET THERAPY: I BIMBI MALATI POSSONO RIABBRACCIARE I LORO CANI ALL’OSPEDALE

freccia COME IL CANE MIGLIORA LA VITA: 10 MOTIVI PER NON FARNE PIÙ A MENO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook