Scamp: il cane dato per morto che si risveglia prima di essere seppellito (video)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un cucciolo di Yorkshire Terrier, creduto morto in seguito ad un brutto incidente stradale, si è risvegliato il giorno dopo, poco prima di essere seppellito dai padroni.

È successo negli Stati Uniti, nella cittadina di Yelm, vicino a Washington, dove Scamp – dopo aver saltato la staccionata di casa – è stato investito da un’auto in corsa.
Rimasto a terra immobile, il cucciolo di otto mesi aveva smesso di respirare, non emetteva nessun tipo di rumore, seppur lieve, i suoi occhi erano spalancati e fissi e i padroni non hanno potuto che costatarne morte, tra la disperazione dei bambini.
L’inspiegabile sorpresa è arrivata il giorno dopo, quando i McKinlay – questo il nome della famiglia – hanno scoperto che il loro cane non solo era vivo, ma anche comodamente seduto sul prato di casa.

La prima cosa cui abbiamo pensato è un miracolo ha commentato incredula la signora McKinlay – o forse ci siamo sbagliati, forse saranno state le nostre preghiere e la nostra disperazione a farlo tornare in vita”.
Ma non è tutto, perché – secondo quanto raccontato dalla signora e riportato dall Associated Press – il marito, dopo aver constatato la morte del cane, lo aveva avvolto in un panno e messo sotto la carriola da giardino con la triste idea di seppellirlo in giorno dopo.
Insomma, il cane sembra davvero miracolato, soprattutto perché ha rischiato di essere seppellito ancora vivo.

E la vicenda non può che farci ricordare del caso italiano in cui un vecchio signore aveva sotterrato vivo il proprio cane pensando fosse morto, ma che è stato fortunatamente salvato 48 ore dopo togliendolo fuori da cumuli di macerie. In quell’occasione tutti abbiamo stentato a credere all’uomo che in sua difesa ha sempre detto che per lui il cane era morto.
La domanda a questo punto sorge spontanea: forse anche i cani – proprio come gli umani – dovrebbero stare sotto osservazione 24 ore prima di essere seppelliti?

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook