L’orrore che si nasconde dietro al basashi, il sashimi di carne di cavallo cruda venduta a peso d’oro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quella che vi stiamo per raccontare è una pratica mostruosa che da tempo viene denunciata dagli attivisti per il benessere animale: il Canada spedisce i propri cavalli in Giappone per la macellazione. Qui diventeranno ‘piatti prelibati’ e a costi elevatissimi di sashimi di carne cruda, il cosiddetto basashi.

La maggior parte delle persone forse non sa dell’esistenza di questo commercio sempre più fiorente. I cavalli arrivano in Giappone e nella Corea del Sud dopo viaggi da incubo, soprattutto perché il Canada è uno dei maggiori fornitori di carne equina al mondo e il settore ha un fatturato da milioni di dollari. A pagarne le conseguenze sono i cavalli che non servono più, ovvero quelli dismessi dall’industria dell’ippica e degli sport equestri.

La scorsa settimana ci sono state numerose proteste per via del trattamento riservato appunto a questi animali. I cavalli viaggiano su grosse casse di legno, sono in spazi ristretti senza possibilità di movimento. Stipati per molte ore, senza acqua né cibo, devono stare in piedi nelle loro stesse feci.

“Vogliamo sensibilizzare l’opinione pubblica su ciò che sta accadendo. Le leggi canadesi dicono che gli animali non potrebbero viaggiare in questo modo, ma le normative vengono raggirate”, spiegano gli attivisti alla CBS.

Ecco come vengono scaricati i cavalli in Giappone:

Le vittime sono animali di poco più di un anno: vengono stipati 4 alla volta in delle casse, senza separazione tra di loro e caricati dentro le stive di un aereo. Un video mostra il terrore di questi animali mentre le casse vengono spostate dai manovratori all’arrivo in Giappone. A volte stanno chiusi lì dentro molte ore prima di essere caricati sull’aereo e questo già produce loro molte sofferenze. Quello che viene dopo è ancora peggio: il terrore dello stare nella stiva di un aereo, coi rumori fortissimi e i sobbalzi del decollo, del volo e dell’atterraggio, alla fine, la macellazione con metodi verosimilmente brutali visto che in Giappone non esistono regole precise.

Qui un documentario su come avviene la macellazione dei cavalli:

“Ricchi consumatori giapponesi disposti a pagare cifre molto alte per un piatto di sashimi a base di carne cruda di cavallo, che deve essere più fresca possibile e questo spiega perché, invece di macellarli in Canada ed esportare la carne, vengano organizzati questi costosi trasporti”, spiega IHP, associazione indipendente che opera per la tutela dei cavalli e degli altri equidi.

L’associazione CHDC Canadian Horse Defense Coalition organizza proteste all’aeroporto di Calgary e cerca di fare pressioni sui Governi canadese e giapponese, ma per adesso le voci rimangono inascoltate.

“Le associazioni da sole non possono contrastare gli enormi interessi in gioco: serve una forte spinta dell’opinione pubblica. Certe immagini non si possono ignorare
dichiara Sonny Richichi, presidente IHP.

Fonti: IHP/ CBS News/ Fresh Daily

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook