Boom di fenicottieri rosa a Priolo: raddoppiate le coppie in un solo anno (anche grazie al lockdown)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono arrivati in Sicilia da poco tempo, appena sei anni, ma la popolazione è raddoppiata. I fenicotteri si stanno diffondendo nella riserva Lipu Saline di Priolo.

Complici anche il silenzio e la tranquillità di una primavera insolita, in cui la Natura è stata restituita agli animali e l’uomo è rimasto chiuso in casa a causa del coronavirus, i fenicotteri hanno trovato “terreno” propizio per molticplicarsi.

Secondo la Lipu, ben 809 coppie che hanno fatto il nido nella riserva Saline di Priolo in provincia di Siracusa, contro e 453 coppie del 2019.

Una tendenza, comunque, quella del fenicottero alle Saline di Priolo, increscita dal 2015, da quando cioè la Riserva di Priolo ospita la nidificazione di questa splendida specie: dalle 71 coppie del 2015 si è passati alle 252 del 2017 fino alle 809 attuali.

“Ancora una volta – dichiara Fabio Cilea, Direttore della Riserva naturale Saline di Priolo – la natura ha riconosciuto l’importante lavoro fatto dalla Lipu a Saline di Priolo. Dimostrando che ciò di cui ha bisogno è la giusta tranquillità e così, quando questo si verifica, essa ci ripaga con eventi davvero eccezionali”.

Oltre al fenicottero, la Riserva naturale Saline di Priolo ospita specie rilevanti dal punto di vista conservazionistico, quali un’importante colonia di fraticello, e poi pollo sultano, cavaliere d’Italia, fratino e avocetta.

“È una notizia incredibile se si pensa che il fenicottero ha cominciato a nidificare in Sicilia solo sei anni fa. Un risultato straordinario, favorito anche dalla tranquillità e dal silenzio che hanno caratterizzato il periodo primaverile, a causa del lockdown da Covid 19. Un segno di rinascita per una delle più belle riserve della Lipu che solo un anno fa era stata colpita da un terribile incendio” spiega la Lipu.

A parte i numeri ottimistici, a rendere la notizia ancora più significativa è il fatto che tali animali erano arrivati a Priolo solo nel 2015, quando nacquero i primi 36 fenicotteri rosa. Fu la prima storica nidificazione di questi uccelli in Sicilia.

La loro presenza è ancora più importante visto il luogo delicato in cui si stanno diffonendo. Quello di Priolo è un territorio purtroppo associato all’inquinamento legato all’industria petrolchimica.

Ma i fenicotteri rosa, con la loro presenza, stanno contribuendo a colorare il volto di questa zona.

Fonte di riferimento: Lipu

LEGGI anche:

La città si ferma per il lockdown e i fenicotteri rosa invadono laghi e fiumi di Mumbai

Boom di fenicotteri, popolazione triplicata: il cielo del Centro Italia si tinge di rosa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook