A Portofino boe con gli idrofoni per proteggere i delfini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nell’area marina protetta di Portofino sono operativi gli idrofoni per difendere i delfini. Il sistema, adottato nell’ambito del progetto Arion, monitorerà il passaggio dei delfini e i movimenti delle imbarcazioni in loro presenza. E tutto grazie a due congegni poco invasivi, due grosse boe dotate di idrofoni e installate in mare.

Si tratta del primo progetto di questo tipo realizzato in Europa per monitorare eventuali comportamenti scorretti da parte di chi naviga nell’area marina ligure segnalandoli alle autorità. Il Mar Ligure e la zona costiera di Portofino infatti sono soggetti ad un intenso traffico di imbarcazioni, in particolare durante la stagione estiva, e ciò aumenta in modo significativo il rumore subacqueo e l’inquinamento. Questo tipo di impatto rappresenta una seria minaccia per i cetacei, rendendo difficili le loro comunicazioni e il loro orientamento col sonar.

Cofinanziato al 50% dall’Unione europea nell’ambito del programma LIFE+ 2009 e supportato dal ministero dell’Ambiente e dalla Regione Liguria, il progetto Life+ Arion Systems for Coastal Dolphin Conservation in the Liguria Sea è partito circa un anno fa ma adesso è finalmente operativo. Portofino è stata scelta come primo banco di prova essendo un’area dove si trova una popolazione residente di delfini.

I dati raccolti dalle due speciali boe saranno direttamente comunicati alla guardia costiera di Genova. Inoltre, questo metodo di monitoraggio costituirà il primo database a lungo termine sul comportamento dell’habitat da parte il delfino anche in relazione all’inquinamento acustico subacqueo dell’area marina protetta di Portofino. Il database raccoglierà infatti informazioni sulla vocalizzazioni dei delfini, sui diversi rumori subacquei (motori, pesca a strascico e la borsa seine), sulla presenza o assenza di specie e la correlazione temporale e spaziale con le attività umane.

Oltre alle boe con gli idrofoni, il progetto punta a definire una normativa che possa fornire nuove regole per la navigazione in presenza dei cetacei.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Riprende il massacro dei delfini nella baia della morte

Massacro delfini: 6 tursiopi in viaggio verso l’Europa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook