©Shutterstock/Anastasiya Rutkovskaya ©Provincia di Belluno

Belluno città delle rondini: installati i tappetini anti-guano. Uccelli sempre più numerosi in città

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Belluno amica delle rondini. Da ieri nella città sono stati posizionati dei tappetini anti-guano sotto i nidi di rondine presenti nel centro storico.

Un’iniziativa che rientra nel progetto “Belluno città delle rondini” volto a tutelare questi volatili che sembrano essere in aumento nella zona. L’ultimo censimento infatti ha fatto registrate un notevole incremento di nidi abitati.

A darne notizia è stata la Provincia di Belluno secondo cui

“l’obiettivo dei tappetini, realizzati in economia dagli uffici comunali, è duplice. Da un lato servono a indicare la presenza di un nido abitato; dall’altro facilitano le operazioni di pulizia dove cade il guano” ha detto l’assessore all’ambiente del Comune di Belluno.

I tappetini sono lavabili: si tratta di spicchi adesivi con stilizzato il disegno di una coda di rondine. Il messaggio è riportato in due scritte: “Guarda in su! Noi abitiamo qui” riferito proprio alla presenza di un nido; e “Belluno protegge le sue rondini”.

Un messaggio chiaro per i cittadini. Finora sono stati installati circa 20 tappetini sotto i portici di Piazza delle Erbe, Piazza dei Martiri, via Roma, via Matteotti e via Tasso, accompagnati dal plauso dei commercianti. Alcuni hanno addirittura visto aumentare la clientela dopo il posizionamento di un ombrello anti-guano, qualche settimana fa.

“Questo ci spinge a proseguire nel progetto – prosegue l’assessore . . Non solo con il posizionamento di altri tappetini. Sicuramente il prossimo anno prepareremo nuovi ombrelli anti-guano, visto anche l’apprezzamento registrato, con la curiosità di visitatori e turisti. Vogliamo tutelare le rondini, che rappresentano un indicatore formidabile della qualità ambientale, e valorizzarne la presenza in un centro urbano, fatto sempre più insolito”.

Rondini in aumento a Belluno

Proprio così. Se le rondini un po’ in tutta Italia sono sempre meno, nel bellunese gli ultimi censimenti hanno fatto registrare dati in controtendenza. Secondo i numeri forniti negli ultimi mesi dall’esperto faunista Giuseppe Tormen per conto della Provincia, i nidi rilevati in città sono 146 contro i 135 dello scorso anno. Di questi, 38 sono occupati (35 da rondini e 3 da rondini montane), contro i 20 del 2019. In particolare, il secondo censimento (26 giugno) ha rilevato che almeno 5 coppie avevano effettuato una seconda nidiata, per un totale di 40 riproduzioni.

“Il monitoraggio è iniziato nel 2016 e dopo un calo iniziale negli anni scorsi, si è visto un recupero importante quest’anno – conclude il consigliere provinciale -. Un’inversione di tendenza che ci fa un enorme piacere”.

Fonti di riferimento: Provincia di Belluno

LEGGI anche:

Le rondini fanno il nido nel mercato, i commercianti appendono ombrelli colorati per loro

Rondini, balestrucci e rondoni sono tornati, ma rischiano di non trovare più i loro nidi

Strage di rondini, stremate dal freddo si rifugiano in massa nelle case. Come aiutarle

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook