Balene della Groenlandia: il segreto della longevità è nel loro DNA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le balene della Groenlandia sono tra gli animali più longevi. E il merito è del loro DNA. Queste enormi creature marine vivono fino a 200 anni e si ammalano pochissimo. Forti e resistenti a tutto fin dalla nascita. E questa loro caratteristica è legata al loro genoma.

A sequenziarne il DNA è stato un team di ricerca dell’Università di Liverpool. Si pensa che i grandi mammiferi, come le balene, con oltre 1000 volte più cellule degli esseri umani, abbiano un minor rischio di sviluppare il cancro, suggerendo che queste creature abbiano meccanismi naturali che rispondono in modo più efficace alle malattie rispetto a quelli di altri animali, uomo compreso.

Il sequenziamento del DNA della balena ha mostrato cambiamenti nelle informazioni genetiche legati alla divisione cellulare, alla riparazione del DNA, alle malattie e all’invecchiamento che con ulteriori analisi, potrebbero insegnarci come combattere il cancro e vivere più a lungo.

Le cellule della balena hanno un tasso metabolico molto più basso rispetto a quello di altri mammiferi più piccoli, e durante l’analisi sono stati trovati dei cambiamenti in un gene specifico coinvolti nella termoregolazione (UCP1). Tali modifiche potrebbero essere in qualche modo legate alle differenze metaboliche delle cellule della balena. Ciò potrebbe spiegare come e perché le balene e altre creature simili abbiano raggiunto dimensioni enormi. Le nuove informazioni ottenute, quindi, potrebbero rivelare gli adattamenti fisiologici legati alla dimensione che l’uomo finora non è in grado di comprendere,

Il dott. João Pedro de Magalhães, dell’Istituto dell’Università di Biologia Integrativa, spiega:”La nostra comprensione della longevità tra specie differenti è molto povera, e quindi i risultati forniscono nuovi geni candidati per gli studi futuri. Crediamo che le varie specie abbiano sviluppato diversi ‘trucchi’ per avere una lunga durata della vita e scoprendo quelli utilizzati dalla balena della Groenlandia potremmo essere in grado di applicare questi risultati agli esseri umani, al fine di combattere le malattie legate all’età.”

Dagli animali si impara sempre. Dagli animali si impara sempre.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Avvistato in Norvegia rarissimo esemplare di Balena Bianca (video)

Balena grigia: avvistata per la prima volta a sud dell’Equatore (foto)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook