I 14 Pinguini tornati in libertà, il commovente ritorno in natura

Aviaria, nuovo focolaio: quasi 20mila polli abbattuti in Cina

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non bastava l’epidemia di coronavirus: dopo lo scoppio del virus 2019 n-CoV le autorità cinesi hanno segnalato anche un nuovo focolaio di aviaria in un allevamento di polli nella città di Shaoyang.

Il virus dell’aviaria si è diffuso in una fattoria della provincia di Hunan,non distante da Wuhan, epicentro del coronavirus. Sono stati contagiati circa 4500 polli e altri 17828 sono stati abbattuti e smaltiti in sicurezza.

Al momento non sono stati riportati contagi tra la popolazione, ma questo nuovo caso di aviaria sta mettendo in difficoltà le autorità sanitarie cinesi, già impegnate a cercare di contenere l’epidemia di coronavirus.

Dalla fine di dicembre ad oggi ad oggi il nuovo 2019 n-CoV ha infatti già contagiato più di 17mila persone, uccidendone 361.

Oltre al coronavirus, è possibile che ora la Cina debba fronteggiare anche il virus H5N1, responsabile dell’influenza aviaria: la malattia, contagiosa per l’uomo, causa gravi malattie respiratorie nei polli, per i quali può essere letale.
Nell’uomo, i sintomi dell’influenza aviaria sono simili a quelli della comune influenza e, in alcuni casi, si possono verificare complicazioni all’apparato respiratorio.

Le infezioni umane avvengono in seguito all’esposizione con polli vivi infetti, mentre è difficile che il contagio si diffonda da uomo a uomo.

In Italia dobbiamo preoccuparci? Secondo Coldiretti la risposta è no, perché non importiamo carne di pollame dalla Cina.

“Occorre evitare pericolosi allarmismi che in passato hanno provocato ingiustamente pesanti danni economici alle imprese con conseguenti gravi perdite occupazionali. L’Italia dalla Cina non importa carne di pollame per la quale è peraltro obbligatorio indicare la provenienza in etichetta grazie ad una legislazione di avanguardia fortemente voluta dalla Coldiretti. L’Italia è peraltro autosufficiente nel settore avicolo, ha commentato Coldiretti.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook