Una gigantesca nuvola di cavallette sta devastando l’Argentina e potrebbe arrivare in Brasile (in piena pandemia)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In piena pandemia un altro flagello sta martoriando il Sud America e in particolare l’Argentina. Circa 40 milioni di locuste hanno invaso il paese, rischiando di mettere in ginocchio l’agricoltura.

Una nuvola di cavallette ha avvolto l’Argentina. Il Servizio nazionale per la salute e la qualità agroalimentare (Senasa) ha diramato un allarme di pericolo in diverse regioni. L’invasione di questi insetti viene monitorata da maggio visto che ha già coinvolto altri paesi sudamericani.

Di recente gli insetti hanno lasciato il Paraguay, arrivando nella provincia di Santa Fé il 17 giugno. In particolare, la nuvola di cavallette è entrata nel paese attraverso il Paraguay durante il fine settimana e ora sta avanzando nella parte del territorio argentino che confina con il Brasile e l’Uruguay, mettendo pericolosamente a rischio anche questi due paesi e in particolare il Brasile, già in gravissima difficoltà a causa del coronavirus.

Come mostra la mappa qui di seguito, il confine con lo stato del Rio Grande do Sul è in allerta per tale insetto, pericoloso sia per i pascoli che per le colture. L’area rosa è quella più a rischio, quella gialla invece è in allerta.

Secondo il ministero dell’Agricoltura, la “nuvola” contiene fino a 40 milioni di insetti per kmq e ha percorso circa 100 chilometri in un solo giorno spinta dal vento. Essi si spostano anche a grandi distanze alla ricerca di cibo e finiscono per fare danni ovunque vadano, ma non sono pericolosi per gli esseri umani. I 40 milioni di locuste possono mangiare ciò che 2.000 mucche consumerebbero in un solo giorno.

Ad oggi è impossibile fare previsioni. La traiettoria della “nuvola” di cavallette dipenderà dalle condizioni meteorologiche nella regione. Potrebbe spostarsi più a sud, lasciando Santa Catarina fuori dalla rotta della minaccia.

In ogni caso, ovunque andranno distruggeranno i raccolti. In Paraguay, le colture di mais sono state devastate.

“I team interdisciplinari stanno lavorando sul territorio e sono in contatto permanente con i produttori. Al momento non ci sono stati danni alle colture nella provincia, dove sabato è stato effettuato un controllo parziale dell’organismo nocivo” ha detto Senasa.

Non è la prima volta che l’Argentina fa i conti con un’invasione di cavallette. Era già accaduto snel 2019 e nel 2017. Purtroppo le locuste stanno invadendo numerose aree del mondo, già a rischio come l’Africa

e il Pakistan.

Una piaga che non sta risparmiando neanche l’America Latina.

Fonti di riferimento: Servicio Nacional de Sanidad y Calidad Agroalimentaria  – Senasa

LEGGI anche:

Il Coronavirus sta mettendo in ombra la peggiore invasione di cavallette del secolo

In arrivo la più devastante invasione di cavallette degli ultimi 70 anni. L’allarme degli esperti

In piena pandemia coronavirus, la seconda ondata di cavallette sta distruggendo l’Africa (ed è 20 volte peggiore)

Milioni di cavallette continuano a devastare la Sardegna: l’invasione del 2020 è ‘la più massiccia degli ultimi 70 anni’

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Carnitina

Benefici, controindicazioni e quando è consigliato assumerla

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook