L’aquila che ruba una videocamera e realizza un capolavoro cinematografico (video)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un vero e proprio capolavoro cinematografico di stampo naturalista. Lo ha realizzato un insolito registra australiano, forse in cerca di fama e notorietà… Si tratta di una giovane e curiosona aquila, avete capito bene. Il rapace ha rubato una telecamera attivata dal movimento posizionata dai rangers per studiare coccodrilli (ah, come sono duri i tempi sono duri per gli artisti), realizzando un fin troppo breve cortometraggio.

Con una colonna sonora cruda ed effetti visivi minimalisti, ecco le immagini di un reale scorcio di vita del Kimberley, una regione dell’Australia occidentale, realizzate dopo che l’animale ha viaggiato per 100 km dal luogo del furto. “Inaspettatamente la nostra macchina fotografica è sparita, quindi abbiamo pensato che fosse caduto in acqua”, raccontano i ranger.

Poi arriva una telefonata: un altro ranger ha trovato il piccolo dispositivo sul fiume Mary, a circa 110 chilometri di distanza. È stato così possibile estrarre tre clip di 30 secondi che rivelano il colpevole: l’aquila ladra con la passione da regista.

Il filmato mostra subito il furto. Poi inizia il viaggio in volo, con le bellissime ali che sbattono. L’animale attraversa un fiume e si inerpica verso le rocce. Dopo 23 secondi di fermo immagine, proprio quando la suspense sta divorando lo spettatore, ecco la testa del regista apparire mentre becca la camera una, due, tre volte. Un grande opera, lo avevamo detto.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook