Aquila calva colpita da un proiettile alla testa: offerta ricompensa a chi trova il colpevole

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Colpita con un proiettile alla testa e non è certo un episodio isolato. Le aquile calve simbolo degli Stati Uniti sono di nuovo sotto attacco da parte degli allevatori che continuano a sparare anche se questi rapaci sono di fatto specie protetta.

Per un periodo era stata considerata a rischio estinzione, ma dal 2008 l’aquila di Mare Testabianca (Haliaeetus leucocephalus), detta anche aquila calva, è tornata a dominare i cieli americani, cosa che non piace per niente agli allevatori che attribuiscono al rapace, la razzia nei pollai e diversi danni economici. Così qualcuno, come è successo per il lupo in Italia, vorrebbe una riduzione del numero degli esemplari, peccato che però la tutela della specie, è regolata dal Federal Bald Protection Protection Act.

Di fatto, sparare a un aquila calva è un reato, per questo dopo l’ennesimo episodio di domenica scorsa, i funzionari hanno aperto un’indagine.

A luglio scorso, era stato trovato un altro esemplare morto:

“L’aquila è stata trovata viva a sud del fiume White vicino a Dixie Road, ma in seguito è morta per la ferita da arma da fuoco”, ha detto il Dipartimento delle Risorse Naturali dell’Indiana che ha offerto una ricompensa a chi offrirà informazioni utili e verificate per risalire al colpevole che rischia un anno di prigione e una multa fino a 100mila dollari.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook