Api a caccia di mine in Croazia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le api, tra le migliori amiche dell’uomo. Con il loro olfatto sopraffino, questi operosi insetti potrebbero aiutare a trovare le mine inesplose in Croazia e nel resto dei Balcani. A scoprire questa insolità capacità delle api è stato Nikola Kezić, esperto di comportamento delle api presso l’Università di Zagabria.

Partendo dal presupposto che tali insetti hanno l’olfatto molto sviluppato, il prof. Kezić ha pensato di addestrarle per rilevare rapidamente, direttamente in volo il profumo degli esplosivi. Esse infatti sono sono state allenate a riconoscere il profumo del cibo mischiato a quello di tritolo.

Per dimostrarlo, Kezić insieme al suo team di ricercatori si è recato un un campo, racchiuso da alberi di acacia. Dopo aver installato una tenda, gli scienziati hanno creato diversi punti di alimentazione sul terreno, fatti di zucchero, alcuni dei quali contenenti piccolissime particelle di tritolo. Durante l’osservazione le api raccoglievano principalmente dai contenitori dove era presente zucchero mescolato a tritolo, non da quelli che avevano un odore diverso.

Perché? Secondo l’esperto, le api erano spinte verso le ciotole col tritolo perché vi trovavano una sorta di gratificazione una volta trovato lo zucchero in essi contenuto. “La nostra conclusione di base è che le api possono rilevare chiaramente questo obiettivo“, ha detto Kezić, che guida anche il programma “Tiramisu” con il sostegno dell’UE per rilevare le mine in Europa.

Non è un problema per un’ape imparare l’odore di un esplosivo”, ha detto Kezić. “Si può addestrare un’ape, ma la formazione di una colonia formata da migliaia di esemplari diventa un problema.

Questa una delle difficoltà da affrontare. Sarà necessario del tempo prima che le api hanno possano passare al setaccio campi minati reali. Esse dovranno prima svolgere dei test controllati, con mine reali, ma in zone già contrassegnate. Con rischi per gli insetti praticamente annullati, al contrario dei ratti e dei cani utilizzati per rilevare esplosivi in tutto il mondo. Col loro peso, tali animali potrebbero innescare le esplosioni. Le api non correrebbero questo rischio.

Molte aree della Croazia e dei Balcani sono purtroppo ricche di mine, alcune ancora sconosciute. Anche dopo le operazioni di bonifica, vi sono dei campi pericolosii. Si teme che circa 750 chilometri quadrati di superficie ospitino le mine dalla guerra dei Balcani del 1990.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Pesticidi neonicotinoidi: firma la petizione per salvare le api

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook