Le immagini shock di tigri, orsi e leoni abbandonati allo zoo chiuso da due mesi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo zoo chiude, ma gli animali rimangono nelle gabbie a morire di fame e di sete. Succede nel Parque Zoologico Prudencio Navarro di Ayamonte, in Spagna, dove tigri, orsi, babbuini, daini e scimmie sono stati abbandonati a loro stessi.

La denuncia viene da alcuni attivisti spagnoli che, dopo la chiusura dello zoo, avvenuta già da due mesi, sono andati a controllare se le gabbie fossero davvero vuote e gli animali fossero stati trasferiti in dei santuari non potendoli chiaramente liberare in natura perché nati e cresciuti in cattività.

E dunque, l’amara scoperta: tigri, orsi, scimmie e altri esemplari sono ancora li e pensare, che lo zoo è stato chiuso proprio dopo la morte di alcuni animali e le proteste di residenti e attivisti. Dopo una vita passata nel cemento per alimentare il business e il divertimento dei turisti, adesso vivono l’ennesima umiliazione.

Parliamo di un’emergenza continua. Lo zoo si trova al confine con il Portogallo e all’interno questi sfortunati animali potrebbero trovare la morte se non si interviene immediatamente.

animali zoo spagna

“Ci siamo offerti più volte di trovare una nuova casa per gli animali – dicono gli attivisti – ma le autorità locali hanno sempre rifiutato”.

Le gabbie sono sporche, molti degli animali iniziano a soffrire di depressione, sono malnutriti e hanno comportamenti da automi. Nelle immagini degli attivisti di Proyecto Gran Simio, l’organizzazione non governativa di Alicante che ha denunciato la situazione, appaiono soli e abbandonati a loro stessi.

animali zoo spagna1

Trascorrono le loro giornate al sole e i guai sembrano non finire mai.

“C’è acqua stagnante, e quest’area potrebbe diventare il luogo ideale per la proliferazione di zanzare che potrebbero trasmettere malattie. È necessario un intervento immediato per risolvere il problema”, spiega ancora l’associazione.

animali zoo spagna3

C’è poi un problema sicurezza: gli animali esasperati e senza controllo potrebbero provare a scappare dalla struttura.

animali zoo spagna4

“Allo zoo è il caos: gli animali sono depressi e non c’è nessun veterinario. Le autorità sono responsabili di questa situazione, noi chiediamo di intervenire prima che sia troppo tardi”, chiosa Pedro Terrando, della Proyecto Gran Simio.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook