Gli animali esotici non sono giocattoli, spieghiamolo ai bambini (e non solo)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sappiamo bene quanto sia speciale il rapporto tra bambini e animali domestici, ma è fondamentale insegnare loro che sono esseri viventi e non giocattoli. Ma negli ultimi anni è boom di appassionati detentori di animali che invece avrebbero il diritto di vivere liberi nel proprio habitat naturali.

Siamo i primi a incoraggiare il legame tra bambini e animali, diversi studi dimostrano che chi cresce con un gatto o un cane, ha un indole più socievole, maggiore autostima e un sistema immunitario migliore.

Tuttavia, è fondamentale insegnare a rispettarli perché molto spesso i nostri amici a quattro zampe diventano delle cavie dei nostri figli. Ma non solo, sono tantissime le famiglie che prima prendono un cucciolo e poi una volta cresciuto se ne sbarazzano come se fosse un oggetto.

Ciò che è particolarmente preoccupante è la moda degli ultimi anni, ovvero quella di tenere con sé animali esotici. E se in Italia c’è chi tiene serpenti e iguane nel rettilario, negli Emirati Arabi, ghepardi, coccodrilli, leoni e tanti altri vengono tenuti al guinzaglio.

Il traffico di animali esotici è il quarto traffico al mondo dopo armi, droga e rifiuti. Qualunque animale selvatico, esotico o meno, richiede il suo habitat particolare, difficilmente riproducibile in ambiente domestico.

Come spiega la Lav:

“Il trasferimento espone questi animali a rischi di malattia. Necessitano di cure specifiche e, proprio per la loro natura esotica, possono avere comportamenti inusuali, spesso in contrasto con le normali esigenze di chi li acquista.In più, con il passare del tempo la stanchezza o l’impossibilità di dedicarsi all’animale portano alla soluzione più terribile: l’abbandono, che fa andare incontro a morte sicura quello che era stato un amico di compagnia”.

La normativa Cites spiega chiaramente che comprare e vendere animali esotici alimenta il commercio illegale di animali selvatici. Di recente anche negli Emirati Arabi è stato posto un divieto per vietare la proprietà di animali esotici nel tentativo di sedare il commercio di animali esotici. Il paese, infatti, sta cercando in tutti i modi di scongiurarne la detenzione.

animali esotici

I dati

Ogni anno nel mondo vengono commerciati un numero impressionante di animali esotici:

  • 3milioni di uccelli
  • 2milioni di rettili
  • 50mila scimmie antropomorfe
  • 500mila di pesci tropicali e coralli viventi

E’ stato stimato un giro d’affari di oltre 10 miliardi di euro all’anno di cui il 25% deriva da attività illegali.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook