Fois gras: anatroccoli vivi gettati nel cestino, mutilazioni e crudeltà indicibili nel più famoso allevamento francese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’associazione animalista L214 ha svelato attraverso un video shock cosa si nasconde dietro la produzione del fois gras di un rinomato marchio francese.

Le immagini terribili sono state diffuse da L214 lo scorso lunedì, in seguito a un’indagine portata avanti negli allevamenti intensivi di anatre: migliaia di anatroccoli gettati vivi nell’immondizia, anatre ingozzate con una pompa, animali storditi in acqua elettrificata.

Le agghiaccianti riprese sono state effettuate presso l’azienda Domaine de la Peyrouse, che produce fois gras certificato Périgord e premiato con la medaglia d’oro al General Agricultural Contest del 2019 sotto la supervisione del Ministero dell’Agricoltura.

Situata nella Dordogna, l’azienda è una delle più grandi del settore e si occupa anche di formare gli studenti degli istituti agrari e agroalimentari di Périgueux.

L’associazione ha segnalato la situazione ai servizi veterinari della zona, che hanno poi confermato durante un’ispezione quanto ripreso dai membri di L214.

Gli anatroccoli di sesso femminile vengono ammassati all’interno di bidoni, destinati a morire di fame o asfissia, schiacciati dal peso degli altri piccoli. Le uova che non si schiudono vengono gettate in un altro secchio dove i pulcini nascono e muoiono.

Uova anatroccoli fois gras

Ai maschi spetta un destino forse peggiore, poiché utilizzati per produrre fois gras.
Innanzitutto i pulcini maschi vengono mutilati attraverso il taglio del becco, per impedire che si feriscano tra loro durante l’allevamento intensivo.
Le anatre vengono poi stipate in gabbie sovraffollate, al chiuso, bloccate alla griglia presente sul pavimento e alimentate da una pompa pneumatica in modo forzato. Ad occuparsi dell’alimentazione sono giovani studenti apprendisti.

Anatre fois gras

Poco prima di essere macellate, le anatre vengono stordite immergendole in una vasca piena d’acqua elettrificata: molte riprendono conoscenza al momento dell’uccisione.

Un vero e proprio incubo dalla nascita alla morte delle anatre e un’agonia senza senso per i poveri anatroccoli scartati dall’industria del fois gras.

L214 sporgerà denuncia nei confronti dell’azienda per crudeltà e maltrattamento e ha lanciato una petizione indirizzata al Ministro dell’Agricoltura per chiedere un’azione ferma e decisa.

L’associazione chiede sanzioni esemplari, il ritiro della medaglia d’oro e il divieto del Domaine de la Peyrouse a occuparsi della formazione dei ragazzi.

Leggi anche:

Foto: L214

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Carnitina

Benefici, controindicazioni e quando è consigliato assumerla

Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook