Nausicaá, si apre una crepa nell’acquario marino più grande d’Europa

Nausicaá crepa acquario

Guai in vista per Nausicaà, l’acquario marino più grande d’Europa, situato a Pas-de-Calais, in Francia. Nei giorni scorsi uno dei muri della vasca delle sardine si è incrinato per cause ancora da accertare.

Già finito alla ribalta per via della denuncia di Sea Shepherd per la morte di alcuni squali martello, il più grande acquario d’Europa ha un nuovo problema. Sono state osservate crepe sulle pareti di un bacino che ospita centinaia di sardine, situate nella zona di nuova costruzione inaugurata nel 2018.

Primo in Europa e quarto al mondo, l’acquario ha un volume di oltre 10.000 m3 e ospita circa 60.000 creature marine.

L’incidente, avvenuto la notte tra mercoledì e giovedì, ha richiesto alle squadre di Nausicaà di svuotare la parte interessata dell’acquario.

L’origine di queste crepe è ancora ignota. Dal canto suo, la direzione della struttura ha incaricato esperti di provare a capirne l’origine, assicurando al contempo l’apertura del centro al pubblico.

A destare preoccupazione è il fatto che il materiale usato per realizzare gli acquari sia considerato molto resistente.

Quello delle sardine ha una lastra in metacrilato, una plastica nota per la sua resistenza che la rende un materiale quasi essenziale per questo tipo di strutture. Si distingue per la sua insolita forma cilindrica. È impossibile dire se questa specificità sia all’origine delle crepe visto che la vasca contenente 10.000 m3 d’acqua esercita una spinta di 500 tonnellate.

La Direction départementale de la protection des populations (DDPP) ha stabilito che dopo l’incidente era meglio effettuare un’ispezione di tutti gli altri acquari di Nausicaa, in corso proprio in queste ore.

L’acquario delle sardine fa parte della mostra Deep Sea Voyage, ospitata nell’edificio di nuova costruzione. Come spiegare il suo fallimento a un anno dall’apertura?

“Abbiamo immediatamente inviato esperti per comprendere le ragioni di questo incidente”, spiega il Centro nazionale per il mare secondo cui occorre valutare anche lo stato degli altri acquari.

Nausicaá assicura che “l’acquario delle sardine era stato controllato il giorno prima” dell’incidente. Ancora più inquietante…

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

tuvali
seguici su Facebook