freddo_animali

Brrr, arriva il grande freddo. Le colonnine di mercurio sono già precipitate giù in tutto il Paese: avanzano nevicate e freddo polare. La forte ondata di gelo e maltempo sta mettendo in serio pericolo la sopravvivenza di moltissimi animali. Non solo quelli domestici, ma soprattutto quelli selvatici e quelli ancora rinchiusi nei circhi.

Elefanti, leoni, rinoceronti, zebre o giraffe – ricorda la LAV- sono animali che vivono in natura a temperature molto alte. Si pensi agli animali della savana, che si trovano oggi prigionieri di un container circense a temperature di gran lunga sotto lo zero: il maltempo è per loro fonte di grande sofferenza”. Di conseguenza il gelo che ha colpito l'Italia è davvero contro natura per alcune specie, purtroppo strappate via dai propri habitat di appartenenza.

“I circhi che non garantiscono temperature adeguate e sistemazioni idonee per gli animali, sono passibili di denuncia per maltrattamento - afferma Laura Panini, responsabile LAV Settore Circhi e zoo - Un caso recente, ad esempio, è quello del circo Miranda Orfei, per cui era stato richiesto il Decreto Penale di condanna: elefanti e ippopotami furono fotografati nella neve, una condizione di disagio e malessere impensabile per animali esotici di quel tipo”.

A rischio anche gli animali domestici, ed in particolare i “trovatelli” e gli animali selvatici, che secondo l'Enpa, dovranno fare i conti non solo con le cattive condizioni meteo ma anche con l’incremento del fabbisogno calorico giornaliero, tipico dei mesi invernali.

Per questo, in attesa dell'incalzante abbassamento delle temperature, l’Enpa ha già lanciato l'allarme e ha mobilitato le proprie strutture locali, per soccorrere, curare, ospitare e assistere gli animali in difficoltà. La Protezione Animali ha inoltre allestito dei nidi artificiali per consentire ai volatili di ripararsi dal freddo.

Nel nostro piccolo come possiamo aiutare i nostri amici animali a superare questa ondata di gelo? In aiuto è il Vademecum dell'Enpa, che ci ha fornito alcuni consigli.

Animali domestici

  • È buona norma tenerli in casa o in alternativa in un luogo caldo e riparato;

  • Controllare le loro condizioni generali di salute ed in particolare la loro temperatura corporea. Se è più alta del solito e se starnutiscono spesso, è meglio contattare il veterinario;

  • E se si sono bagnati a causa della pioggia asciughiamoli per bene.

Animali selvatici

mangiatoia

  • Lasciare nel giardino o sul balcone o comunque in un luogo riparato dai predatori, qualcosina da mangiare e due ciotoline d’acqua tiepida e pulita: una per bere, l’altra (meglio se di terracotta) per consentire agli uccellini di fare il bagno;

  • Le mangiatoie installate dovranno costantemente essere rifornite fino alla fine dell'inverno in modo da garantire agli uccelli una sicura fonte di cibo; (Qui potete trovare alcune idee per realizzarle con materiali di recupero)

  • Se possibile, montare una casetta per uccelli per consentire loro di ripararsi dal vento, dalla neve e dal gelo, da sistemare in un luogo tranquillo, riparato dai predatori, dagli agenti atmosferici e dal traffico;

  • Tra gli alimenti più indicati ci sono: le arachidi non salate, i semi di girasole e di zucca, le piccole granaglie, il miglio, le briciole (panettone, dolci e pane), nonché i fiocchi di cereali (cornflakes), le croste di formaggio tagliate a cubetti;

  • E nel caso in cui dovessimo trovare un animale selvatico a terra, debilitato dalla mancanza di cibo o dal freddo, è meglio adagiarlo in una scatola rivestita da un panno di lana e portarlo presso un'associazione protezionistica.

Inoltre, secondo l'Enpa, è buona norma creare delle piccole zone per la somministrazione del cibo nei giardini privati e condominiali oppure depositare nei boschi ortaggi e tuberi, utili a nutrire cinghiali, daini e caprioli.

Tutto fatto? E non dimenticate il vostro cagnolino. Ecco i nostri consigli per mantenerlo al calduccio nei mesi invernali.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

10 mangiatoie per uccelli con materiali riciclati

Come mantenere il vostro cane al caldo anche d'inverno

Come fare birdwatching ...da casa

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram