circo-animali-italia

Gli animali al circo non si divertono. Elefanti e leoni compiono movimenti innaturali davanti all’addestratore munito di frusta e bastone con uncino, tigri con movimenti stereotipati all’interno di piccole gabbie.

Essere Animali diffonde un video con immagini filmate durante gli spettacoli di alcuni circhi italiani, per spingere il Governo ad emanare, entro il 27 dicembre 2018, il Decreto Legislativo sul superamento dell'uso degli animali in circhi, come previsto dalla Legge n.175 del 2017.

Tante volte vi abbiamo mostrato ciò che si nasconde sotto il tendone di un circo, adesso finalmente qualcosa si sta smuovendo anche in Italia, mentre nel mondo il circo senza animali è già una consolidata realtà.

Due terzi dei paesi UE hanno già emanato misure per vietarne l’utilizzo e anche federazioni di veterinari e psicologi si sono già espressi a favore di un divieto, ma anche la maggioranza degli italiani è stufa di vedere di animali sedati e costretti a comportarsi come automi.

circo animali italia

“Il circo non è divertente per gli animali, che trascorrono la maggior parte della loro vita in gabbia o nei container dei tir, quando sono costretti a interminabili viaggi, anche all’estero”, spiega Essere Animali.

Queste nuove immagini provengono da spettacoli che si sono svolti in Italia e vogliono essere un monito al Governo, a un anno esatto dall’approvazione, alla Camera dei Deputati, della legge del Codice dello Spettacolo n. 4652 che prevede il “graduale superamento dell'uso degli animali in attività circensi e spettacoli viaggianti”.

circo animali italia1

La legge-delega che ne è seguita impegna l’attuale Governo ad emanare, entro la fine di quest’anno, un Decreto Legislativo che formuli le modalità di dismissione degli animali nei circhi.

“Chiediamo che non vi sia nessun passo indietro e che la formulazione preveda tempi brevi per il superamento. In tutto il mondo oltre 50 paesi hanno emesso divieti sull’utilizzo di animali, mentre in Italia vige una legge del 1968, vecchia di 50 anni”, dice ancora l’organizzazione.

Attualmente, non esiste un registro nazionale con il numero dei circhi italiani e degli animali detenuti, nonostante sia certa la presenza di specie in via d’estinzione come elefanti, tigri, leoni, ippopotami e rinoceronti. I controlli sono particolarmente difficili in quanto i circhi cambiano spesso nome dell’insegna, si fondono tra loro o si scambiano animali.

circo animali italia3

“Gli animali nei circhi vivono rinchiusi tutta la vita in condizioni incompatibili con le loro esigenze etologiche. Sono addestrati per compiere posture o movimenti spesso innaturali e trasportati come attrazioni viventi”.

Tutto ciò continua a succedere nonostante, secondo il Rapporto Eurispes, oltre il 70% degli italiani sia contrario ai circhi con animali, che ricevono anche notevoli finanziamenti pubblici. E allora è urgente che il Governo emani il decreto con cui sarà formulato il graduale superamento.

“Vogliamo esibizioni con acrobati, trapezisti, giocolieri e non gabbie con animali ridotti a marionette, snaturati e costretti a spettacoli diseducativi per i nostri figli”.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Foto: Essere Animali

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram