Capre

Le capre sono attratte dagli umani con espressioni facciali felici. Per chi pensasse ancora che gli animali non siano esseri empatici e sensibili dovrà ricredersi e considerare che probabilmente anche una più vasta gamma di bestiole può leggere gli stati d’animo delle persone più quanto si pensasse.

Lo confermano alcuni ricercatori della Queen Mary, University of London, secondo cui le caprette sono attratte dalle facce sorridenti.

Assodato il fatto, quindi, che certe tecniche di meditazione farebbero bene a rinunciare alle caprette, questa ricerca confermerebbe quanto di più tenero c’è nel mondo animale: tutti possiamo essere conquistati con un sorriso e che, se finora non c'erano prove che animali come le capre fossero in grado di leggere le espressioni facciali umane, ora invece si aprono nuove strade alla comprensione della vita emotiva di tutti i nostri amici a quattro zampe.

Dallo studio è emerso che gli animali da cortile possono sì reagire agli umani con paura, indifferenza o occasionalmente – nel caso delle capre – ostilità, ma anche che possono preferire le persone che sorridono.

L’analisi si è svolta presso il rifugio per capre Buttercups Sanctuary for Goats in Kent, in Gran Bretagna, e consisteva nell’appendere due foto in bianco e nero a circa 1,3 metri di distanza su una parete dell’area del test. Poi veniva introdotta una capra che poteva esplorare liberamente l’ambiente.

In questo modo, si è rilevato che le capre preferivano di gran lunga la facce sorridenti e si avvicinavano alle immagini di felicità prima di esaminare le immagini rabbiose. Inoltre esploravano più a lungo con il muso i volti con sopra un sorriso. Ma l’effetto era significativo solo se l’immagine sorridente era appesa a destra. Se si trovava a sinistra, gli animali non pronunciavano preferenze. Ciò, probabilmente, dipenderebbe dal fatto che le capre usano un lobo del cervello per elaborare le informazioni, un fenomeno comune ad altre specie animali, oppure che il lato sinistro del cervello elabori le emozioni positive.

Non solo le capre sono perfettamente in grado di interpretare le nostre emozioni - spiegano gli autori -, ma nei loro rapporti con l’uomo manifestano anche una spiccata preferenza per le persone felici”.

Cosa significa? Che sì le capre “leggono” le espressioni facciali umane, ma forse ciò indica anche che quella abilità nel percepirle non è una dote limitata solo alle specie con una lunga storia di addomesticamento alle spalle, come i cani o i cavalli.

"Lo studio - sostiene McElligott che ha condotto la ricerca - ha importanti implicazioni sul modo in cui interagiamo con il bestiame, perché la capacità di comprendere i nostri sentimenti potrebbe non essere esclusiva dei 'pet' tradizionali, bensì molto più diffusa”.

Tutti a fissar capre, quindi, in maniera simpatica e paciosa.

Non sai mai che riceverete da lei più affetto e comprensione di qualsiasi altro essere umano…

Leggi anche

Germana Carillo

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram