baby mante

Un vero e proprio asilo delle mante, scoperto nelle profondità del Golfo del Messico. A individuarlo è stato un gruppo di ricerca guidato da Joshua Stewart della Scripps Institution of Oceanography dell'Università della California, San Diego.

Si tratta della prima “scuola materna” di mante conosciuta al mondo, situata al largo della costa del Texas, presso i Flower Garden Banks del NOAA. Le mante oceaniche si trovano tipicamente nelle acque subtropicali e tropicali di tutto il mondo con siti di aggregazione comunemente distanti dalle zone costiere, rendendo difficile l'accesso e lo studio delle loro popolazioni.

Joshua Stewart, dottorando di ricerca in biologia marina presso la Scripps e autore principale dello studio, ha osservato i giovani esemplari nel 2016, durante le sue ricerche sulla struttura della popolazione di mante presso il Flower Garden Banks. Quest'ultimo è un santuario incontaminato a circa 100 miglia a sud del Texas e ospita barriere coralline molto più sane di altre presenti nei Caraibi e nel Golfo del Messico.

I ricercatori ipotizzano che le baby mante passino il loro tempo in acque relativamente poco profonde, come quelle del Flower Garden Banks, per recuperare la temperatura corporea dopo essere rimaste a lungo in acque fredde.

Stewart ha trascorso gli ultimi 7 anni a studiare le mante e ha avuto modo di ammirarne centinaia, anche giovani, ma mai così numerose. Lavorando con il personale del santuario marino, Stewart e colleghi hanno esaminato 25 anni di diari di bordo e foto scattate dai subacquei. In questo modo, hanno stabilito che circa il 95% delle mante che visitano i Flower Garden Banks sono giovani e hanno un'apertura alare di circa 2,25 metri.

baby mante1

I ricercatori hanno anche effettuato una serie di studi sugli habitat e ciò ha permesso loro di confermare che il santuario è il primo asilo nido di mante del mondo.

Conosciute come i giganti gentili del mare, le mante oceaniche (Mobula birostris) sono grandi creature che si nutrono di plancton, vivono in mare aperto e possono raggiungere dimensioni fino a 7 metri di apertura alare da adulte. Vivendo al largo, non si sa molto sul loro conto e ancor più sui piccoli.

“La fase giovanile della vita delle mante oceaniche è stata un po' una scatola nera per noi, dal momento che siamo così raramente in grado di osservarle”, ha detto Stewart, che è anche direttore esecutivo del Manta Trust, un programma di conservazione globale della manta. “Identificare quest'area come 'asilo' mette in luce la sua importanza per la conservazione e la gestione, ma ci dà anche l'opportunità di concentrarci sui giovani e di conoscerli. Questa scoperta è un importante progresso nella nostra comprensione delle specie e dell'importanza di habitat diversi nel corso della loro vita”.

“Questa è una notizia eccitante per le mante nel Golfo del Messico nordoccidentale”, ha detto George P. Schmahl, sovrintendente del National Marine Sanctuary di Flower Garden Banks. “Sapere che le mante stanno utilizzando il National Marine Sanctuary di Flower Garden Banks, e probabilmente altre barriere coralline della regione come un asilo nido, ha aumentato il valore di questo habitat per la loro esistenza”.

baby mante2

La scoperta dell'asilo delle mante sottolinea l'importanza delle aree marine protette per gli sforzi di tutela. Esse infatti sono minacciate a livello globale dalla pesca. Quelle giganti sono considerate a rischio estinzione dalla legge americana da gennaio 2018.

Lo studio è stato pubblicato su Marine Biology.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Photo credit: G.P. Schmahl / FGBNMS

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram