marsupiali rischio estinzione accoppiamento

Morire d'amore. Per due specie di marsupiali pare sia letterale. Il governo australiano ha infatti dichiarato gli Antechinus dalla coda nera e gli Antechinus dalla testa argentata a rischio estinzione a causa di sessioni di accoppiamento troppo lunghe, che farebbero collassare gli organi interni. L'allarme è stato lanciato dalla Queensland University of Technology (Australia).

Sembra che anche i cambiamenti climatici giochino un ruolo, così come i predatori, ma l'eccessivo testosterone prodotto durante gli incontri amorosi farebbe da padrone. Per una volta, dunque, l'uomo non è il principale colpevole.

Gli Antechinus erano stati scoperti già qualche anno fa: sono dei piccoli marsupiali, simili a topi, caratterizzati da attività sessuale molto intensa. Gli accoppiamenti possono infatti durare fino a 14 ore consecutive, passando da un compagno all'altro, tanto che un'unica cova di una femmina è in realtà stata fecondata da più maschi contemporaneamente.

Queste vere e proprie maratone d'amore generano livelli di testosterone tali da danneggiare gli organi interni fino al collasso. E così i maschi, normalmente, non vivono più di un anno (le femmine invece, sopravvivono più a lungo). Troppo poco per garantire continuità alle specie.

Le incredibili prestazioni di questi piccoli animaletti erano note fin dal 2014. Ed era stato dimostrato già allora che durante l'accoppiamento i livelli di ormone dello stress aumentano drammaticamente, causando il collasso dei maschi, i quali spesso muoiono prima della nascita dei piccoli.

Solo ora, comunque, si sono visti gli effetti devastanti (e suicidi) sulle specie, già minacciate dai predatori e dai cambiamenti climatici, dichiarate ufficialmente a rischio estinzione. Oggi, infatti, gli Antechinus dalla coda nera e gli Antechinus dalla testa argentata vivono soltanto in tre aree del Queensland, stato nord-orientale dell'Australia, e la popolazione stimata è di meno di 250 esemplari.

Cosa fare dunque? I ricercatori della Queensland University of Technology propongono di separare i maschi dalle femmine, facendo incontrare i primi solo con una femmina per volta, in modo da evitare che gli ormoni salgano a livelli pericolosi.

Ma, chissà, magari anche questa soluzione è una forzatura umana. Forse i marsupiali preferirebbero morire "soddisfatti".

Per altre curiosità sull'accoppiamento di alcune specie animali leggi anche:

Roberta De Carolis

Foto: Queensland University of Technology

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram