tartarughe marino

Le tartarughe marine usano le pinne come se fossero mani. "Maneggiano" letteralmente la preda, nonostante gli arti si siano evoluti per la locomozione. Una nuova ricerca rivela che un comportamento ritenuto meno probabile nei tetrapodi marini sia in realtà molto diffuso. L'uso delle pinne per manipolare il cibo potrebbe essersi verificato 70 milioni di anni prima di quanto si pensasse.

Le tartarughe marine usano le pinne per gestire il loro cibo. Lo confermano i ricercatori del Monterey Bay Aquarium. L'esame approfondito del fenomeno si deve a Jessica Fujii e a Kyle Van Houtan.

Esse usano le pinne per scavare, fare rotolare il cibo e anche per trascinarlo. Le loro goffe pinne quindi non servono solo a nuotare e a spostarsi ma anche a procurarsi cibo e catturare le prede.

“Le tartarughe non hanno una corteccia frontale sviluppata, dita articolate indipendenti o qualsiasi forma di apprendimento socialeafferma Van Houtan. “Eppure qui le vediamo leccarsi le dita proprio come un bambino: ciò mostra un aspetto importante dell'evoluzione, ossia che le opportunità possono dare forma agli adattamenti”.

Le analisi di Fujii e Van Houtan utilizzando foto e video hanno individuato esempi diffusi in cui una tartaruga tiene una conchiglia sul fondo marino.

Comportamenti simili sono stati documentati nei mammiferi marini, dai trichechi alle foche ai lamantini, ma non nelle tartarughe marine. Il documento mostra che esse siano simili agli altri gruppi in quanto le pinne vengono utilizzate per una serie di attività di foraggiamento (presa, rinforzo, bloccaggio).

"Gli arti delle tartarughe marine si sono evoluti principalmente per la locomozione, non per manipolare le prede", dice Fujii. "Ma quello che stanno facendo lo suggerisce comunque, anche se non è il modo più efficiente ed efficace".

Il risultato è stato una sorpresa per gli autori. I risultati offrono anche una panoramica dell'evoluzione delle creature oceaniche a quattro zampe e sollevano domande su quali tratti siano appresi e quali innati.

animali evoluzione mani

“Ci aspettiamo che queste cose accadano con un animale  sociale altamente intelligente e adattivo”, dice Van Houtan. “Con le tartarughe marine è diverso. Non sono mai state addestrate a usare le pinne per mangiare dalla loro mamma, è incredibile che stiano cercando di capire come farlo senza l'apprendimento e con le pinne che non si adattano bene a questi compiti”.

I ricercatori hanno scoperto che le tartarughe marine sanno usare le pinne in 8 modi diversi così classificati: tenere, scavare, colpire, lanciare, sfregare, strisciare, contenere e battere. Tutti comportamenti necessari alla sopravvivenza della specie.

tartaruga mani

La Natura non finirà mai di stupirci.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram