aquila Islanda

Ha salvato da morte certa l'aquila di mare vivente più antica a noi nota. È accaduto in Islanda, dove lo scorso sabato un agricoltore ha notato l'animale che lottava per salvarsi lungo le rive del fiume Miðfjörður, nel nord del paese.

Dopo aver osservato l'uccello tentare di volare senza successo, Þórarinn Rafnsson ha capito che l'aquila non ce l'avrebbe fatta da sola. Si è avvicinato lentamente alla riva del fiume per capire da vicino quali fossero le condizioni dell'animale.

L'aquila annaspava, non riusciva a volare. Così l'uomo, nonostante il gelo, si è tolto la giacca e ha coperto l'animale infreddolito. Lo ha portato nella sua fattoria situata nel fiordo di Miðfjörður nel nord dell'Islanda, e lo ha nutrito in attesa che arrivassero i soccorsi.

L'uccello è stato poi portato all'Istituto islandese di storia naturale di Reykjavík ed è salvo. La sua storia ha fatto il giro del mondo.

Ciò che rende il salvataggio davvero importante è che si trattava dell'aquila di mare più vecchia ancora in vita. Venne avvistata la prima volta nella baia di Breiðafjörður nel 1993 ma da allora fece perdere le sue tracce. Di fatto, l'animale ha almeno 25 anni, una cifra di tutto rispetto.

aquila salvata islanda2

Nota anche come aquila grigia o aquila di mare dalla coda bianca (Haliaeetus albicilla), questa creatura ha una durata media della vita di 21 anni. La più antica conosciuta in Islanda aveva 18 anni. Ciò significa che l'uccello ferito salvato dall'agricoltore è una delle più antiche aquile oggi in vita.

Secondo l'Istituto islandese di storia naturale, le aquile di mare sono uno degli uccelli più rari d'Islanda. Erano molto più comuni fino alla fine del 19° secolo, quando il loro numero calò drasticamente a causa della caccia, che portò l'animale quasi all'estinzione.

Anche se le aquile di mare sono protette dalla legge islandese dal 1914, la loro crescita stentò. Nel 1964, quando fu bandita la pratica di uccidere le volpi con l'esca avvelenata, la popolazione delle aquile di mare cominciò ad aumentare.

Nella primavera del 2006 sono state contate 66 coppie riproduttive (esclusi gli uccelli giovani), la più grande popolazione di aquile da quando l'uccello è stato dichiarato una specie protetta. Sono inoltre nella lista rossa delle specie in via di estinzione.

LEGGI anche:

L'aquila dalla coda bianca nidifica in Islanda, Groenlandia e in aree sparse tra Europa e Asia. Le aquile di mare si sono estinte in gran parte dell'Europa a causa della persecuzione diretta, dell'inquinamento e della distruzione degli habitat.

Francesca Mancuso

Foto

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram