icterin greenbul

È considerato un vero e proprio “unicorno” tra gli uccelli. Una specie inafferrabile, rara, bellissima. È il Liberian Greenbul. Ma secondo un nuovo studio, la creatura potrebbe addirittura non esistere, forse scambiata per un altro uccello simile.

Il Liberian Greenbul (Phyllastrephus leucolepis) da decenni sfugge agli esperti dopo essere stato avvistato in una foresta della Liberia, nei primi anni '80. L'unico esemplare la cui esistenza è documentata è l'Icterine Greenbul (Phyllastrephus icterinus) caratterizzato da macchie bianche distinte sulle sue piume.

Il Liberian Greenbul è da tempo una delle specie di uccelli meno sconosciute del mondo ed è stata elencata come a rischio fino al 2016. Sarebbe stato visto in nove occasioni tra il 1981 e il 1984 nella Cavalla Forest, in Liberia orientale. Quest'ultima è stata riconosciuta come un'importante zona per la biodiversità da parte di BirdLife International, anche per la presenza di altre specie di uccelli globali minacciate, e mammiferi come lo scimpanzé e l'Ippopotamo Pigmeo.

Torndo al Liberian Greenbul, l'unico esemplare noto sarebbe stato osservato da vicino a gennaio del 1984 e descritto come specie "nuova alla scienza".

Le guerre civili devastanti che successivamente inghiottirono il paese hanno impedito per 25 anni qualsiasi tentativo di studio da parte degli ornitologi. Le ricerche mirate in due siti conosciuti nel 2010 e nel 2013 non sono riuscite a trovare alcun segno dell'uccello.

Adesso, l'analisi del DNA da parte degli scienziati dell'Università di Aberdeen e di quelli di Dresda ha scoperto che i rarissimi uccelli avvistati potrebbero essere stati esemplari di Icterine Greenbul, ma caratterizzati da un piumaggio insolito, causato da carenza nutrizionale durante la crescita delle piume.

Lo studio ha confrontato il DNA di quello che era considerato finora un Liberian Greenbul con il DNA dell'Icterine Greenbul e altri uccelli e ha scoperto che non esiste una differenza genetica significativa tra le due creature.

 liberian greenbul

Ma non solo. Il confronto tra questi due e gli altri uccelli aveva rivelato grandi differenze genetiche tra diverse specie. Ciò spingerebbe gli scienziati a ipotizzare che la mancanza di grandi differenze tra il Liberian e l'Icterin potrebbe significare solo una cosa: si tratta dello stesso uccello.

“Non possiamo confermare definitivamente che il Liberian Greenbul sia l'Icterine Greenbul, ma abbiamo presentato prove sufficienti che rendono qualsiasi altra spiegazione estremamente improbabilespiegano gli scienziati.

LEGGI anche:

Secondo l'autore, il dott. Martin Collinson, genetista dell'Istituto di scienze mediche dell'Università di Aberdeen

“Il Liberian Greenbul ha guadagnato uno status quasi 'mitico' visto che è stato avvistato negli anni '80. Il lavoro genetico è stato eseguito indipendentemente dagli scienziati sia di Aberdeen che di Dresda per assicurarsi che non ci fossero errori ed entrambi siamo giunti alla stessa conclusione”.

Francesca Mancuso

Foto

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram