Galline aviaria

Torna l’incubo influenza aviaria. Ben 850mila galline ovaiole sono state infatti abbattute a seguito di un focolaio del virus che avrebbe colpito alcuni esemplari nell’azienda agricola La Fiorin di Codigoro, in provincia di Ferrara. Si tratta dell'H5N8, uno specifico ceppo che non rappresenta una minaccia per l'uomo visto che non è in grado di passare alla nostra specie. L’emergenza, però, rimane dal momento che la diffusione negli allevamenti intensivi è molto veloce.

Il provvedimento di abbattimento è stato eseguito il 7 ottobre in ottemperanza all'ordinanza del sindaco di Codigoro, Alice Zanardi.

Il provvedimento nasce dalla positività per il virus influenzale tipo A sottotipo H5N8 registrata dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, anche se già altri abbattimenti erano stati resi necessari per le stesse ragioni soprattutto in Veneto e in Lombardia nei mesi scorsi.

L’operazione sarà effettuata da una ditta specializzata e le carcasse saranno portate in un inceneritore di Parma. All’abbattimento degli esemplari seguirà la distruzione o il trattamento di tutti i materiali e i rifiuti potenzialmente contaminati, la disinfezione dei locali, delle zone circostanti e dei veicoli utilizzati per il trasporto degli animali e di tutte le uova deposte ancora disponibili.

Sull'aviaria leggi anche:

Seguirà poi il divieto di ripopolare l’allevamento con nuovi volatili prima di trenta giorni dal completamento delle operazioni di pulizia e disinfezione.

Mappa aviaria

Clicca qui per conoscere in tempo reale la diffusione dell'aviaria in Italia e tutte le province colpite, attraverso i dati dell'Istituto Zooprofilattico, e qui per la mappa ingrandita dei focolai.

Germana Carillo

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram