diavolo-tasmania-neve

I diavoli della Tasmania sono i più grandi marsupiali carnivori nel mondo. Il nome è decisamente fuorviante, non c’è nulla di più lontano da un essere del male rispetto a questi deliziosi animali patrimonio naturale dell’Australia.

In realtà i simpatici animali, che come sottolinea anche il nome vivono nello stato insulare della Tasmania, sono tra di loro un po’ dei diavoletti. Non sono rari infatti episodi di aggressività che permettono anche la diffusione di una malattia che li colpisce, molto pericolosa per la specie.

Non è però di questo che vogliamo parlarvi ma di una vicenda che li ha resi protagonisti in questi giorni. Stupiti dalla presenza della neve che è caduta presso il Tasmanian Devil sanctuary a Cradle Mountain, in Australia i simpatici animali hanno reagito nascondendosi, correndo e agitandosi un po’ per il freddo. Le loro tane sono state infatti sfiorate dalla neve caduta nuovamente nei pressi del santuario (lì attualmente è inverno).

diavolo tasmania

Come potete vedere, dopo un po’ di curiosità iniziale, il diavolo della Tasmania non gradisce più di tanto lo spettacolo lanciando alcuni gridi forse in segno di protesta. Il video che vi presentiamo è diventato virale dopo che la pagina Facebook del santuario l’ha condiviso per i suoi fan.

Il santuario Devils at Cradle è una struttura di conservazione della specie che aiuta ad osservare i cicli di vita di questo animale e gli eventuali pericoli a cui è esposto. Uno di questi, indubbiamente il più noto e che mette seriamente a rischio i marsupiali è il Devil Facial Tumor Disease (DFTD), tumore facciale del diavolo, che è un tipo di cancro trasmissibile, che colpisce unicamente questa specie. 

Il DFTD, malattia rilevata solo a metà degli anni '90, ha contribuito ad un calo dei numeri degli animali che è diminuito di almeno il 60%. Di conseguenza i diavoli della Tasmania sono stati inseriti nell’elenco delle specie in via di estinzione.

diavolo tasmania neve
 
diavolo tasmania neve2
 
diavolo tasmanianeve3

Fortunatamente secondo una ricerca di cui vi abbiamo già parlato, opera della Washington State University, sembra che il marsupiale stia evolvendo in modo tale da resistere al cancro che ne ha decimato la popolazione. Gli studiosi hanno notato infatti come, in alcuni individui della specie, sia in atto una resistenza genetica al tumore, un’autodifesa del tutto naturale per evitare l’estinzione.

Sugli animali e la neve potrebbe interessarvi anche:

Sembra quindi che ci siano buone speranze di vedere ancora a lungo questi deliziosi animali felici nel proprio habitat naturale! 

Francesca Biagioli

Foto: Devils at Cradle

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram