tartaruga_salvadanaio

Novecentoquindici monetine. Lo stomaco di una tartaruga verde di mare era diventato un vero e proprio salvadanaio. Dopo un intervento durato sette ore, il rettile per fortuna era stato salvato ma dopo due settimane non ce l'ha fatta. Un'infezione al sangue lo ha ucciso. 

Siamo nel laghetto del centro di conservazione di Sriracha (Thailandia) in un parco pubblico nella provincia di Chonburi dove c’è l’usanza di buttare monetine per augurarsi buona fortuna. 

Tutte monetine che inevitabilmente finiscono nello stomaco delle tartarughe marine che nuotano nello stagno.

LEGGI anche: INQUINAMENTO DEGLI OCEANI: MICROPLASTICHE ANCHE NELLE FECI DEL PLANCTON

Così è successo per questa tartaruga verde, battezzata “Omsin” che in lingua thai vuol dire “salvadanaio”, ci sono volute ben sette ore di intervento per rimuovere 915 monetine che aveva accumulato nel suo stomaco.

AGGIORNAMENTO DEL 21 MARZO 2017: La povera tartaruga non ce l'ha fatta. Secondo quanto riportato da Channelnewsasia, la creatura è morta per avvelenamento del sangue. Le monete rimaste a lungo nel suo stomaco hanno provocato dei blocchi intestinali. Nonostante la rimozione, purtroppo non c'è stato nulla da fare. L'infezione acuta a livello intestinale è poi passata nel sangue.

tartaruga salvadanaio1
tartaruga salvadanaio4
tartaruga salvadanaio3

La tartaruga che è un esemplare femmina di circa 25 anni e pesa 59 kg, era rimasta in terapia intensiva per due settimane con la speranza di essere rimessa in libertà.

LEGGI anche: 40 TARTARUGHE MARINE SPIAGGIATE IN SUDAFRICA: AVEVANO INGERITO PLASTICA (VIDEO)

I veterinari hanno pesato le monetine: un totale di 5 kg di metallo. Omsin era stata trovata agonizzante vicino al laghetto, tutta quella zavorra le aveva procurato un’infezione pericolosa.

tartaruga salvadanaio7
tartaruga salvadanaio8
tartaruga salvadanaio2

I cinque chirurghi della Chulalongkorn University le hanno dovuto fare un’incisione di dieci centimetri sul ventre per rimuovere il gruzzolo poco alla volta. L’intervento è stato filmato e Omsin è entrata nel cuore di tutti, infatti è stato proprio il popolo del web, a donare i soldi necessari all’operazione. Sono stati raccolti 428 dollari, il prezzo per far tornare a nuotare la tartaruga.

Sono state diffuse anche le immagini di Omsin agonizzante per sensibilizzare l’opinione pubblica a evitare comportamenti, che potrebbero mettere a serio rischio la salute degli animali.

LEGGI anche: LE TERRIBILI IMMAGINI DEI PALLONCINI DI PLASTICA CHE STANNO UCCIDENDO GLI ANIMALI (E INQUINANDO GLI OCEANI)

tartaruga salvadanaio
tartaruga salvadanaio9
tartaruga salvadanaio10

Più volte, ad esempio, abbiamo parlato di tartarughe, pesci, uccelli intrappolati dalla plastica, vittime innocenti dell’inquinamento provocato dall’uomo.

RIP Osmin!

Dominella Trunfio

Foto: AP

cosmetici pelle lavera

Lavera

Come difendere la pelle dall'inquinamento quotidiano

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram