giornata tartarughe marine

Si celebra oggi il TartaDay, la Giornata mondiale dedicata alle tartarughe marine e alla loro importanza per l’ambiente marino e volta a sensibilizzare l’opinione pubblica contro le catture accidentali, il traffico marittimo, l’ingestione della plastica, il degrado e l’urbanizzazione che rendono sempre più complicate le nidificazioni.

Ogni anno nel Mar Mediterraneo si contano più di 130mila tartarughe marine Caretta caretta vittime di catture accidentali da parte dei pescatori professionisti. Circa 70mila, infatti, abboccano agli ami utilizzati per la pesca al pesce spada, oltre 40mila restano intrappolate nelle reti a strascico e circa 23mila in quelle da posta per un totale di 40mila casi di decesso.

Sono dei numeri impressionanti che, ed è questa la beffa, non corrispondono nemmeno a totale verità dal momento che, se si considerassero in questo calcolo tutti i pescherecci comunitari e le migliaia di piccole imbarcazioni da pesca che operano nei paesi africani affacciati sul Mediterraneo, la stima sarebbe di circa 200mila catture e di 70mila decessi.

LEGGI anche: 40 TARTARUGHE MARINE SPIAGGIATE IN SUDAFRICA: AVEVANO INGERITO PLASTICA (VIDEO)

I PROGETTI e LE INIZIATIVE

Il World Sea TurtleDay è l’occasione buona per i due progetti italiani finanziati dalla Commissione Europea attraverso il fondo LIFE+ NATURA 2012 (TARTALIFE coordinato dal CNR-ISMAR di Ancona e LIFE CARETTA CALABRIA coordinato dal Comune di Palizzi), che hanno lo scopo di proteggere le tartarughe nelle acque italiane, di unire le loro forze per sensibilizzare l’opinione pubblica sui principali rischi che ne minacciano la sopravvivenza.

Molto si deve a questi due progetti che mirano a mettere in pratica una serie di efficaci misure: dalla pesca, con la riduzione delle catture accidentali effettuate con palangari, reti a strascico e reti da posta, alla diminuzione della mortalità post cattura, attraverso il rafforzamento dei centri di recupero e la formazione dei pescatori e degli operatori dei centri, fino alla tutela delle aree di nidificazione contro i fenomeni di erosione costiera con la pulizia meccanica degli arenili e, dove è necessaria, la promozione di un turismo attento e una corretta gestione costiera.

LEGGI anche: CAMBIAMENTI CLIMATICI: LE UOVA DELLE TARTARUGHE MARINE 'SOFFOCATÈ DALL'INNALZAMENTO DELLE ACQUE

Per questo motivo, in occasione del TartaDay, tutti coloro che hanno a cuore la salvaguardia delle tartarughe marine possono aderire alla campagna di sensibilizzazione e mobilitarsi per mandare, attraverso i social (Facebook/Tartalife), una propria foto con un messaggio a favore della conservazione delle tartarughe.

In più, presso i centri di recupero che operano in tutta Italia, dall’Emilia Romagna alla Sicilia passando per la Puglia, la Sardegna e la Calabria, si potrà partecipare a visite e a incontri consultabili sui siti web dei due progetti. Infine, durante la giornata verranno liberate delle tartarughe riabilitate nei vari centri e saranno visitabili i Centri di Recupero.

TartaDay

IL TARTA WEEK-END DI LEGAMBIENTE

In questo fine settimana sono previste della attività a Manfredonia, a Talamone nel Parco della Maremma e nel Cilento, dove ieri è stato rinvenuto ad Acciaroli il primo nido della stagione. I volontari di Legambiente saranno impegnati per tutto il Tarta weekend, e fino alla schiusa delle uova prevista intorno a ferragosto, in attività di monitoraggio e sensibilizzazione relative al nido.

Venerdì 17, al porto di Manfredonia (Centro Velico Gargano) lo staff del Centro recupero tartarughe marine locale gestito da Legambiente libererà un giovane esemplare di Caretta caretta, mentre una seconda liberazione avverrà anche nella giornata di domenica 19.

Sempre venerdì, alle 14.30 in collaborazione con il Circolo Festambiente di Legambiente si terrà un incontro di informazione e di formazione rivolta ai volontari del servizio civile di Legambiente e ai tecnici della Goletta Verde nel Parco della Maremma a Talamone dove è presente una struttura che ospita un acquario e il Centro di recupero per le Tartarughe marine (Tartanet) gestito dal Parco stesso. Il centro è anche un punto informativo dell’Osservatorio Toscano Biodiversità.

LEGGI anche: CARETTA CARETTA: L'EMOZIONANTE SCHIUSURA DELLE UOVA DI TARTARUGA IN TOSCANA (FOTO E VIDEO)

Fondazione Cetacea – Riccione (RN): per stasera 16 giugno è organizzata una passeggiata notturna a Misano Adriatico con torce sulla battigia dove si parlerà della tartaruga marina e della fauna adriatica. Nel weekend il centro sarà aperto al pubblico e il 18 giugno sarà organizzata allo stabilimento balneare (n°31) a Riccione una caccia al tesoro in tema marino per bambini alle 10.30.

Agrigento: Sabato 18 giugno dalle ore 10.30 Siculiana Marina – Torre Salsa, in collaborazione con il WWF, attività di educazione ambientale con animazione e liberazione di una tartaruga marina

Asinara – Centro Recupero Animali Marini. Dal 13 al 18 giugno presso il centro di recupero tartarughe marine del Parco dell’Asinara, il CRAMA in collaborazione con il Parco Nazionale dell'Asinara - Area Marina Protetta dell'Isola dell'Asinara e il Circolo Veterinario Sardo, organizza il “Corso di gestione, monitoraggio e conservazione degli animali marini (Cetacei, tartarughe ed uccelli marini)”. La giornata del 16 sarà interamente dedicata alle tartarughe marine e alla loro conservazione. Durante tutto il corso il centro sarà comunque aperto ai visitatori.

AMP Pelagie: L'AMP Pelagie organizza per il Tartaday attività di presentazione del progetto TartaLife, animazione e proiezione del docu-film "l'incredibile viaggio della tartaruga". Le attività di animazione pomeridiane prevedono giochi di gruppo per i più piccoli e caccia al tesoro (il nido di Caretta caretta).

Germana Carillo

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram