cani-gatti-colpo-di-calore

Avete mai sentito parlare di colpo do calore negli animali? L'estate, con le alte temperature e gli ambienti afosi, rappresenta un periodo dell'anno durante il quale anche gli animali domestici sono soggetti ad un ampio ventaglio di patologie e situazioni pericolose, spesso potenzialmente letali. Tra queste c'è il colpo di calore.

Per aiutare i proprietari di cani e gatti, l'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Milano ha diffuso una campagna d'informazione con metodi di prevenzione, accorgimenti e rimedi. Ma andiamo con ordine.

Leggi anche: Gelati e ghiaccioli per cani: 10 ricette per prepararli in casa

Cos'è il colpo di calore?

L'aumento della temperatura corporea causato da condizioni ambientali viene definito ipertermia o colpo di calore. Cani e gatti non sudano e si difendono dal calore ambientale eccessivo cercando un luogo fresco o, se sono impossibilitati a farlo, ansimando per favorire lo scambio di calore attraverso l'evaporazione. Se anche questo metodo non è sufficiente, la temperatura corporea inizia a salire e l'incapacità di sudare mette gli animali in una condizione molto pericolosa: la temperatura corporea normale del cane e del gatto è di 38,5-39°C; ogni volta che supera i 40,5°C ci troviamo di fronte ad una vera emergenza.

Colpo di calore: quali sono le situazioni e i fattori predisponenti?

• calore e umidità eccessivi, assenza ombra;
• mancanza di accesso ad acqua fresca;
• museruole che impediscono di ansimare e tirare fuori la lingua;
• esercizio fisico intenso con temperature ambientali elevate;
• chiusura dell'animale in automobile di giorno, anche a temperature relativamente fresche o con i finestrini leggermente abbassati;
• obesità;
• età avanzata;
• malattie del cuore o delle vie aeree (particolarmente predisposte sono le razze cosiddette brachicefale,con il muso corto e schiacciato, come il Pechinese, il Carlino e il Bozer: a causa della conformazione del muso questi cani non riescono ad ansimare in modo efficiente per dissipare il calore corporeo).

Quali sono i sintomi del colpo di calore?

Inizialmente l'animale appare a disagio, ansima eccessivamente ed è irrequieto. Quando l'ipertermia peggiora l'animale perde grandi quantità di bava dal naso e/o dalla bocca. L'animale può barcollare o essere incapace di restare in piedi. Le gengive possono diventare bluastre o di colore rosso acceso a causa dell'ossigenazione insufficiente. Rapidamente possono insorgere perdita di coscienza, coma e morte.

Leggi anche: Come proteggere i nostri cani dal caldo estivo

Cosa fare in caso di colpo di calore?

1) Spostate immediatamente l'animale dal luogo in cui si è verificata l'ipertermia e portarlo in un ambiente fresco, ombreggiato e ventilato;

2) Se possibile, esaminaree annotare la temperatura rettale;

3) raffreddare il corpo mettendo stracci o asciugamani bagnati con acqua sopra il collo, sotto le ascelle e nella regione inguinale;

4) bagnare le orecchie e le zampe con acqua fresca;

5) dirigere un ventilatore o fare aria su queste zone bagnate per aiutare il raffreddamento;

6) portate immediatamente l'animale dal più vicino medico veterinario.

7) non utilizzare acqua gelata o ghiaccio per il raffreddamento;

8) non raffreddate eccessivamente l'animale (gli animali che hanno subito un colpo di calore hanno una temperatura corporea superiore a 40,5°C (a volte addirittura oltre 42°C) e un obiettivo ragionevole è di abbassare la temperatura corporea a 39-39,5°C, mentre lo si trasporta dal più vicino veterinario; l'abbassamento eccessivo della temperatura può causare ulteriori danni);

9) nontentate di far bere forzatamente l'animale mettendogli dell'acqua in bocca

10) è sufficiente tenete a disposizione dell'acqua fresca (non fredda) da offrire se l'animale è vigile e si mostra interessato a bere.

dog digital

Come si cura il colpo di calore?

Quando il medico veterinario riceve un animale che ha subìto un colpo di calore, controlla immediatamente la temperatura corporea e la abbassa entro il range di sicurezza, se non è già stato fatto, monitorandola costantemente. Inserisce un catetere endovenoso con cui somministrare liquidi direttamente nel circolo sanguigno per contrastare la disidratazione e sostenere la funzione di cuore e reni.

Tiene l'animale monitorato per shock, difficoltà respiratoria, insufficienza renale, anomalie cardiache, ipoglicemia ed altre complicazioni. Gli esami del sangue, prelevato prima e durante il trattamento, permettono di valutare eventuali danni agli organi interni. Viene monitorato anche il tempo di coagulazione del sangue, in quanto i problemi di coagulazione sono una complicanza comune del colpo di calore.

Gli animali con danni moderati possono recuperare completamente, ma nei casi più gravi possono insorgere complicanze e la morte anche a distanza di giorni. In alcuni casi persistono danni che richiedono cure costanti tutta la vita, ad esempio una dieta speciale per il fegato o l'intestino. Complessivamente, la mortalità nei cani che hanno subìto un colpo di calore è del 25-50%.

Roberta Ragni

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram