immagine

Avevano appena 7 mesi quando sono rimasti senza la loro mamma. Sarebbero rimasti con lei almeno fino al compimento dei 3 anni. Sono i cuccioli orfani di Daniza, mamma orsa uccisa in Trentino. In pochi credevano che sarebbero sopravvissuti all’inverno. E invece ce l’hanno fatta: sono vivi entrambi.

La conferma genetica della presenza di entrambi i figli di Daniza che hanno ormai circa 16 mesi di età ed un peso stimato tra i 40-60 kg, è arrivata in questi giorni da ISPRA - L'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. L'accertamento è stato reso possibile dall'assiduo monitoraggio messo in campo dal Corpo Forestale Trentino, che ha consentito di raccogliere abbastanza campioni per consentire il successo delle analisi genetiche.

Hanno rischiato di morire di fame e di freddo, di rimanere vittime di altri predatori, inclusi gli altri orsi, perché troppo piccoli e non in grado di difendersi. Già nel mese di agosto il Corpo forestale dello Stato in una lettera indirizzata al Direttore Protezione Natura del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e al Presidente dell'Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale (ISPRA) aveva espresso forte preoccupazione per la sopravvivenza dei cuccioli dell'orsa "nati nell'anno e privati dell'assistenza della madre nella ricerca del cibo, nella scelta dei luoghi di rifugio, negli itinerari da percorrere e nella difesa da possibili minacce e da eventuali predatori".

Si evidenziava inoltre nella lettera la "necessità di un'attenta valutazione di come, in tali circostanze, la cattura e la captivazione possano configurarsi come ipotesi di maltrattamento nei confronti dei cuccioli".

Per fortuna, i due giovani hanno svernato regolarmente: si sono infatti ritirati per circa quattro mesi, da metà novembre 2014 a metà marzo 2015 e hanno ripreso la loro attività nel corso della primavera. Le immagini raccolte con fototrappola confermano l'ottimo stato di forma dei due giovani orsi.

E intanto l’Italia è in attesa che venga fatta giustizia per la loro mamma, mentre il procuratore della Repubblica di Trento ha chiesto l'archiviazione del caso (CLICCA QUI per firmare la petizione).

Roberta Ragni

Leggi anche:

Daniza, si sono riuniti i cuccioli senza più la mamma

Caso Daniza, no all'archiviazione. Chiediamo giustizia per mamma orsa (PETIZIONE)

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram