Il nonno più vecchio d'Australia lavora a maglia per coprire i pinguini feriti

maglioncini

Ha 109 anni ma è un grande 'sferruzzatore'. L'uomo più anziano dell'Australia, Alfred Date, detto 'Alfie' ha risposto con entusiasmo all'appello della Phillip Island Penguin Foundation, che a marzo dello scorso anno ha chiesto ai 'knitters' di tutto il mondo di realizzare maglioni di lana per i piccoli pinguini da indossare in caso di fuoriuscita di petrolio.

Così nonno Alfie ha passato molti giorni a lavorare a maglia per i piccoli uccelli in difficoltà e ha prodotto per loro tanti vestiti in miniatura, grazie ai suoi 80 anni di esperienza e competenza nel settore della maglieria. È partito come autodidatta dopo aver iniziato a 'sferruzzare' per suo nipote nel 1930. Oggi ha sette figli e 20 nipoti, e "circa la stessa quantità" di pronipoti.

Il suo segreto per una lunga vita? Semplicemente "svegliarsi ogni mattina". Così l'ultracentenario ci dimostra che non è mai troppo tardi per aiutare altri esseri viventi in difficoltà. Alfie tiene le mani attive anche realizzando sciarpe per amici e cappelli per bambini prematuri.

nonno

nonnino

Le sue donazioni dei maglioncini per i pinguini si sono aggiunte a tante altre arrivate da tutto il mondo. E sono state importantissime, perché impediscono loro di tentare di eliminare il petrolio dal corpo con il becco, mantenendoli caldi e al sicuro dall'ingerimento della sostanza.

Il programma dei maglioncini per pinguini è iniziato nel 2001, 13 anni fa, dopo una fuoriuscita di petrolio che ha colpito 438 pinguini. La Fondazione fornisce un modello di lavoro a maglia per tutti i knitters che vogliono aiutare i pinguini.

Per scaricarlo clicca qui

Roberta Ragni

Leggi anche:

Maglioncini cercansi per salvare i pinguini dal petrolio
Nuova Zelanda: maglioni anti-petrolio per i pinguini

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

corsi pagamento
seguici su facebook