Masha, la gatta randagia che ha salvato un bambino dal congelamento

masha

Altro che Lassie! Il miglior amico dell'uomo, in questo caso di un bambino, è un gatto randagio. Si chiama Masha, è una micia soriana a pelo lungo e ha salvato la vita di un neonato abbandonato per le strade della città russa di Obinsk, tenendolo al caldo.

Per fortuna il piccolo è stato fuori al gelo solo per poche ore e, solo grazie a Masha, non ha riportato danni alla salute per via di questa orribile esperienza, come spiega un portavoce dell'ospedale che ora ha in cura il piccolo. L'eroe con le vibrisse non si è limitato a questo: ha anche miagolato incessantemente, catturando l'attenzione di una passante.

Irina Lavrova, 68 anni, stava gettando fuori la spazzatura quando ha sentito i suoi miagolii disperati in prossimità dei cassonetti. Così si è avvicinata per controllare. Non riusciva a credere ai suoi occhi quando ha visto il bambino che giaceva accanto al felino.

"Lei è molto placida e cordiale, così quando ho sentito il suo miagolio, ho pensato che forse si era ferita. Normalmente mi sarebbe venuta incontro per salutarmi. Potete immaginare la mia sorpresa quando ho visto che stava accanto a un bambino. Chiaramente il suo istinto materno ha preso il sopravvento e lei voleva proteggere il piccolo", ha spiegato Lavrova.

PAY-Cat-saves-baby

Il neonato abbandonato si presentava ben vestito, con un cappellino, e chi lo ha lasciato in strada ha pensato bene di affiancargli un paio di pannolini e cibo per bambini. È stato immediatamente trasportato presso l'ospedale locale, dove è stato sottoposto a un check-up che ha confermato la sua buona salute.

Di certo grazie a Masha, che ha mostrato più empatia di chi lo ha esposto al gelo.

Roberta Ragni

Fonte e Photo Credit

Leggi anche:

Tara, la gatta eroina che ha salvato un bimbo dall'attacco di un cane

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

corsi pagamento
seguici su facebook