spartaco

Un gesto sinonimo di nobiltà e bontà d'animo inenarrabile. Emiliano Sermidi, 39 anni e medico del Carlo Poma di Mantova, è morto ieri nel tentativo di salvare il suo cane, scivolato in un canale del fiume Mincio. La tragedia si è consumata in pochi secondi, rendendo inseparabile anche nella morte l'affiatata coppia bipede e quadrupede.

In una domenica come tante, l'uomo stava passeggiando con il suo bulldog Spartaco e la sua compagna a Borghetto di Valeggio, località turistica del Veronese. Poi, improvvisamente, il cane finisce nel fiume. Il medico comincia a chiedere aiuto, mentre cerca di capire come e dove tuffarsi per soccorerlo. Purtroppo la terra gli frana sotto i piedi e finisce nella corrente forte, che lo trascina insieme al quattrozampe.

emiliano

emiliano2

È morto così, davanti agli occhi della sua compagna e di tantissimi turiti. Il suo corpo è stato ritrovato solo nel primo pomeriggio. A poca distanza galleggiava anche quello dello sfortunato cane. Per permettere le operazioni di recupero, è stato limitato l'afflusso delle acque. E in queste ore la sua pagina Facebook si sta riempiendo di dolorosi messaggi di addio e ringraziamento per quel tentativo disperato di salvare il suo Spartaco, adottato in Spagna per salvarlo dalla morte in perrera.

Solo chi ama il proprio cane può comprendere.

Addio Emiliano e Spartaco.

Roberta Ragni

Fonte

Photo Credit Facebook

Leggi anche:

Uomini che salvano animali: 10 incredibili storie

10 storie che fanno ridare fiducia al genere umano

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram