cappuccino scimmia

Strillano, fanno boccacce, si inseguono. Sembrano scene degne di un vivace cortile di scuola, ma per le femmine della specie Sapajus libidinosus delle scimmie capuccino si tratta di una cosa seria: è la loro unica possibilità di assicurarsi un partner.

Il comportamento è stato ripreso per una coproduzione BBC/Discovery Channel sulla fauna selvatica brasiliana. La "location" è il Parco Nazionale Serra da Capivara. Camila Galheigo Coelho, dell'Università di Durham, nel Regno Unito, e dell'Università di San Paolo del Brasile, ha trascorso gli ultimi due anni a studiare le interazioni sociali di queste scimmie per il suo dottorato di ricerca e ha contribuito a svelare ai registi i segreti della loro vita sessuale.

Le scimmie sono note per la loro intelligenza e la loro capacità di utilizzare strumenti. Come le pietre, che maneggiano con maestria per schiacciare noci di cocco, scavare il suolo e fare buche. Questo ha affascinato gli scienziati, che ora si stanno concentrando sulla capacità dei Cappuccini di mirare e lanciare massi accuratamente.

Già i colleghi della Coelho Tiago Falotico ed Eduardo B. Ottoni recentemente avevano pubblicato la loro descrizione della "sassaiola" delle femmine di Sapajus libidinosus. È contenuta in uno studio pubblicato sulla rivista online PLoS One.

Perché lo fanno? A differenza di altre scimmie, queste femmine non hanno alcun indicatore fisico per dimostrare quando sono più fertili o "disponibili". Senza coloratissimi pellicce, genitali gonfi, forti odori o liquidi per comunicare, queste femmine fanno capire ai maschi che sono pronte ad accoppiarsi con il loro comportamento.

Sollecitano l'attenzione dai maschi con facce imbronciate, lamenti e toccatine. E, infine, lanciano pietre direttamente verso l'oggetto del loro desiderio, il maschio prescelto. Più che un segnale di aggressione, la sassaiola è un complimento. "Se negli altri primati il maschio attende che il gonfiore raggiunga il suo picco in termini di dimensioni o arrossamento, i maschi cappuccino attendono l'escalation del comportamento della femmina per garantire l'accoppiamento nella fase più fertile", ha spiegato la Coelho. Insomma, se vi tirano le pietre e siete un maschio di Sapajus libidinosus, non siete brutti, ma piuttosto "appetibili".

Roberta Ragni

LEGGI ANCHE:

Gelada: le scimmie dell'Etiopia che parlano come l'uomo (video)

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram