I gatti sono tra gli animali più popolari nelle case di mezzo mondo, ma poco si sa sul loro addomesticamento. Un nuovo studio, però, ha rivelato che gli amati felini già 5300 anni fa popolavano l'antico villaggio agricolo di Quanhucun, in Cina.

Lo hanno pubblicato i ricercatori della Washington University di Saint Louis (USA) su Proceedings of the National Academy of Sciences, facendo luce sulla prima prova conosciuta di rapporti mutualistici tra le persone e gatti.

La scoperta deriva dal fatto che esseri umani, roditori e gatti mangiavano notevoli quantità di alimenti a base di miglio, dimostrando una stretta convivenza. Ai gatti, quindi, era consentito accedere nel villaggio, forse anche nelle case, come dimostra il rtirovamente di un gatto molto anziano, quindi tenuto bene. Un altro gatto, poi, aveva mangiato meno carne e più miglio degli altri, suggerendo che probabilmente era stato alimentato dagli uomini. Questo perchè il rapporto uomo-gatto era vantaggioso per entrambi: i gatti predavano i topi, aiutando gli antichi agricoltori a liberarsene, mentre il cibo attraeva i felini.

"I risultati di questo studio mostrano che il villaggio di Quanhucun era una fonte di cibo per i gatti 5.300 anni fa, e che la relazione tra loro e gli umani era di commensalità, o comunque vantaggiosa per i gatti. Anche se i felini non erano ancora addomesticati, le nostre prove confermano che vivevano a stretto contatto con gli agricoltori, e che la relazione portava benefici reciproci", ribadisce la professoressa Fiona Marshall, co-autrice dello studio.

gatti cina

Perché la scoperta è interessante? Perché ci aiuta a capire meglio le origini del rapporto tra uomo e questi fantastici e affascinanti animali. È estremamente raro, infatti, trovare i resti di questi animali in antichi siti archeologici, e poco si sa su come sono stati addomesticati. Per molto tempo si è creduto che tutto fosse iniziato nell'antico Egitto, circa 4.000 anni fa, ma ricerche più recenti già suggerivano l'esistenza di stretti rapporti con gli esseri umani molto prima, come aveva dimostrato la scoperta di un gatto selvatico sepolto con un essere umano quasi 10 mila anni fa a Cipro.

Anche se spesso è stato affermato che i gatti sono stati attratti dai roditori e da altri prodotti alimentari nei primi villaggi agricoli, ad oggi le prove di questa teoria erano scarse. I risultati delle analisi dei resti dei gatti rinvenuti negli scavi cinesi, effettuate usando la datazione al radiocarbonio e le analisi delle tracce di azoto nelle ossa dei felini, hanno oggi dimostrato definitivamente che i gatti predavano proprio gli animali che vivevano negli allevamento di miglio, probabilmente roditori. E convivevano con l'uomo già migliaia e migliaia di anni fa.

Roberta Ragni

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram