Paliano 6 giugno 2013

15 bovini, di 16 cavalli, 21 pony, 7 asini, 4 muli e 2 bardotti, compresi molti puledri di pochi mesi con le madri già nuovamente gravide, sono stati sequestrati il 6 giugno scorso in un vasto territorio nel Comune di Paliano (FR). Si tratta dell'ennesimo capitolo dell'"Operazione Colleferro", comune in cui sono iniziate a gennaio le operazioni di sequestro di equini e bovini maltrattati e uccisi.

Il totale degli equini sequestrati finora sale così all'impressionante cifra di 190 animali, senza contare le nascite avvenute di recente e le altre che ci saranno nei prossimi mesi. "Si conferma la più grande operazione del genere mai avvenuta in Italia – dichiarano Enpa, Italian Horse Protection, Legambiente e Rifugio degli Asinelli -coordinata dalla task force del Ministero della Salute e dai NAS e condotta sul campo dall'insostituibile impegno dei numerosi volontari, tra cui veterinari ed esperti, dell'Italian Horse Protection, Legambiente e Rifugio degli Asinelli".

Anche in questa circostanza gravissimi i maltrattamenti e le uccisioni di animali riscontrati, come due vitelli morti, probabilmente già da alcuni giorni, uno stallone con una bruttissima ferita a una gamba posteriore, subito trasferito alla clinica universitaria di Perugia, una pony privata di un occhio, diversi animali con ferite più o meno profonde e varie forme di parassitosi.

Paliano 2

"Le operazioni non sono affatto concluse e – sottolineano le Associazioni - è urgente proseguire per mettere in sicurezza molti animali che in questo momento sono a rischio. A differenza di notizie a più riprese circolate sulla stampa, la messa in sicurezza degli animali è lontana dalla sua conclusione: ad oggi abbiamo trovato un sicuro affidamento solo per 11 tra asini, muli e bardotti". Attualmente, infatti, si stanno valutando altre disponibilità, ma sono comunque poche per riuscire a portare via da lì tutti gli altri animali.

Paliano 3

Anche reperire fondi è importante: ci sono da coprire tutte le spese veterinarie, di alimentazione, di trasporto, solo per citare le più frequenti durante questo primo periodo, del più grande sequestro mai avvenuto in Italia, attualmente sopportate dalle associazioni. "Chi potesse aiutare con una donazione può inviarla all'Italian Horse Protection – che coordina le associazioni - nelle modalità indicate in questo link http://www.horseprotection.it/dett_articolo.asp?id_a=615", concludono le associazioni. Chi potesse chiedere in affidamento uno o più equini può scrivere una e-mail al Ministero della Salute e a IHP, a questi indirizzi: [email protected] e [email protected]

Roberta Ragni

LEGGI anche:

- Le colline degli orrori di Colleferro: cavalli, asini e muli lasciati morire di fame e di sete

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram