capriolo susa

Cosa ci fa un capriolo nel cortile di una scuola? Non è certamente la voglia di studiare che ha spinto un giovane maschio di capriolo ad avventurarsi in ambiente urbano a Susa, dove il personale dell'Istituto di Istruzione Superiore Enzo Ferrari ha segnalato alle autorità competenti la sua eccezionale e inconsueta presenza.

Da giorni, infatti, pascolava chiuso al suo interno, ostacolato da un muro alto tre metri e da una parete rocciosa che rendevano impossibile qualsiasi fuga. Come è finito, allora, lì dentro? Gli esperti credono che sia caduto scivolando dalla collinetta che sovrasta il cortile. Ma la storia fortunatamente ha un lieto fine: grazie alla collaborazione del personale del Comprensorio Alpino di Caccia Torino 2 e dell'Azienda Faunistico-Venatoria Val Clarea, gli agenti del Servizio Tutela Fauna e Flora hanno obbligato l'esemplare a rifugiarsi in uno spazio ristretto e senza vie di fuga.

Qui, utilizzando una rete per la cattura, l'hanno immobilizzato e spinto verso una speciale gabbia adibita per il suo trasporto. L'ansia e lo stress che probabilmente avrà provato nei giorni di "prigionia" e durante la cattura sono sicuramente svanite quando è tornato libero: è stato infatti rimesso nel suo habitat naturale in località Campo Allardo di Gravere.

Roberta Ragni

Fonte e foto

LEGGI anche:

- A scuola di furbizia: la volpe che si rifugia in un asilo di Roma

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram