Yellowstone: sciame di oltre 100 terremoti scuote il Parco Nazionale, si teme che possa scoppiare il supervulcano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Parco Nazionale di Yellowstone trema, letteralmente. Dallo scorso venerdì in 24 ore, si sono verificate circa 100 scosse secondo l’USGS e chi abita nelle vicinanze ha temuto l’esplosione del supervulcano.

Tutto è cominciato venerdì mattina presto, quando una scossa di magnitudo 3,1 ha fatto tremare tutta l’area. Gli altri terremoti segnalati erano compresi tra 2,5 e 1,6 di magnitudo, con una profondità di circa 5 km.

“Yellowstone è una delle aree più sismicamente attive negli Stati Uniti. Da circa 700 a 3.000 terremoti si verificano ogni anno nell’area di Yellowstone; la maggior parte non viene avvertita” si legge sul sito del parco.

Secondo quanto spiegato dall’USgS, solo nel mese di maggio , le stazioni sismografiche dell’Università dello Utah, responsabili dell’analisi della rete sismica di Yellowstone, hanno localizzato 288 terremoti nella regione del Parco nazionale. La scossa più violenta è stata quella di venerdì 29 maggio, di magnitudo 3.1 a ovest di Norris Junction.

Altri tre sciami si sono verificati nella stessa area del terremoto. Uno sciame, tra il 4 e il 5 maggio ha incluso 12 scosse, un altro tra il 22–23 maggio ha contato ben 39 terremoti e tra il 29 e il 30 maggio ce ne sono stati circa 100 terremoti. La gamma di magnitudo per tutti questi sciami era compresa tra -0,2 e 3,1. Un ulteriore sciame di 80 terremoti si trovava a circa 10 miglia a nord-nord-est di West Yellowstone, MT, il 9-11 maggio. La gamma di magnitudo per questo sciame era compresa tra -0,6 e 2,0. Sequenze di terremoti come queste sono comuni e rappresentano circa il 50% della sismicità totale nella regione di Yellowstone.

I terremoti a Yellowstone si verificano in genere negli sciami. Il fenomeno è legato al trasporto di fluidi vulcanici lungo le numerose piccole fratture nelle rocce poco profonde, un modello notato nei vulcani di tutto il mondo.

Il supervulcano di Yellowstone

Questo gigante si trova sotto il parco nazionale. La sua grande caldera ricade nello stato del Wyoming, in cui è situata la maggior parte dell’area del parco. Yellowstone si trova al di sopra di un “punto caldo”, una zona in cui lo strato di roccia fusa presente al di sotto della crosta terrestre tende a fuoriuscire, proprio cine fanno i vulcani veri e propri.  Le tre più grandi eruzioni avvenute nell’area del parco di Yellowstone si sono verificate 1,1 milioni, 1,3 milioni e 640.000 anni fa ma si teme che l’attività del supervulcano possa intensificarsi.

L’ultima eplosione del supervulcano è stata una delle pià grandi conosciute sulla Terra, emettendo oltre 2.000 volte più cenere di quella del Monte Sant’Elena quando scoppiò nel 1980 e uccise 57 persone. E questo supervolcano sta facendo gonfiare e sgonfiare di qualche centimetro un’area delle dimensioni di Chicago nell’ultimo decennio. Il bacino del geyser di Norris, l’area termale più antica, più calda e dinamica del parco, è salita di 15 cm dal 2013 al 2015, un evento insolito che ha lasciato sconcertati i ricercatori. In uno studio recente, i ricercatori hanno usato il radar satellitare e i dati GPS per risolvere il mistero. Il team ha scoperto che la deformazione del terreno era causata da intrusioni di magma intrappolate sotto la superficie del bacino. Mentre il magma si faceva strada verso la superficie, la pressione spingeva le rocce sopra di esso e creava un effetto pulsante irregolare.

yellowstone terremoto

©Shutterstock/Castle_Nature_Studio

Paura sui social

Alla notizia dei terremoti, in tanti hanno scritto di avere paura del “risveglio” del supervulcano.

“Più terremoti in 24 ore a Yellowstone … questo è davvero il nostro ultimo anno sulla Terra” è stato uno dei post. E ancora: “Yellowstone è una zona geologica attiva da molto tempo. Se lo fa, sarà sicuramente il più grande disastro degli ultimi decenni se non dei secoli. Questo è il drago dormiente del paese!”

Secondo l’USGS, le probabilità di un’eruzione di Yellowstone sono di circa uno su 730.000 ma gli esperti si stanno preparando anche all’eventualità che ciò possa accadere studianto come prevenire un’eruzione maggiore, che potrebbe spazzare via all’istante ampie zone degli Stati Uniti.

Tuttavia, l’USGS rassicura che sequenze di terremoti come queste sono comuni e rappresentano circa il 50% della sismicità totale nella regione di Yellowstone e che l’attività sismica di Yellowstone è all’interno dei livelli di guardia.

Fonti di riferimento: Idaho Statesman, USGS, NPS

LEGGI anche:

Il geyser attivo più alto del mondo è a Yellowstone (e continua a esplodere)

Yellowstone: il supervulcano potrebbe svegliarsi prima del previsto

Yellowstone: scoperta una nuova sacca di magma segreta del supervulcano più grande del mondo

 

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook