La pericolosa voragine formata dal terremoto in Nuova Zelanda (FOTO)

muro_terremoto_nuova_zelanda

Il terribile di magnitudo 7.8 della scala Richter che, lo scorso 13 novembre, ha colpito in piena notte la Nuova Zelanda, scatenando uno tsunami con onde di due metri e mezzo, è riuscito a cambiare anche la geografia della regione.

Vi avevamo già dato notizia del terremoto, delle scosse ravvicinate e dei 45 smottamenti che avevano causato la morte di due persone.

I danni estesi sono ancora ben visibili e già dopo poche ore dal sisma, si parlava del sollevamento del fondale marino. Adesso a documentare ulteriormente come la geografia della regione sia cambiata, soprattutto vicino all’epicentro, sono le immagini catturate da Kate Pedley, docente del Dipartimento di Scienze Geologiche dell’Università di Canterbury.

LEGGI anche: TERRIBILE TERREMOTO 7,8 IN NUOVA ZELANDA, PAURA PER GLI TSUNAMI (VIDEO)

Durante un sopralluogo, Pedley e i suoi ricercatori si sono imbattuti in una voragine che prima del terremoto non c’era. Gli scatti che vedete sono stati fatti nelle campagne intorno Waiau, a circa 30 km ad est di Hanmer Springs, dove le conseguenze del terremoto sono state evidenti.

Una sezione della terra appare sollevata verticalmente, tanto da formare una parete rocciosa. Secondo il team è una massiccia frattura del paesaggio in un luogo in cui non dovrebbe esserci una faglia, per questo motivo continuano gli studi e le ricerche attorno a tutta la zona.

muro terremoto nuova zelanda1

muro terremoto nuova zelanda2
muro terremoto nuova zelanda2 copia
muro terremoto nuova zelanda3
muro terremoto nuova zelanda4
muro terremoto nuova zelanda5
Allo stesso tempo, sono state diffuse immagini che mostrano come sia cambiato anche il fondale marino. La prima foto, mostra una parete rocciosa che è stata spinta fuori dall’acqua, le seconda e la terza la trasformazione dei confini del mare.“La costa potrebbe rimanere così per sempre”, chiosano i ricercatori.
muro terremoto nuova zelanda6
muro terremoto nuova zelanda7
muro terremoto nuova zelanda8
Dominella Trunfio
Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook