Vino “carbon free”: catturato il metano prodotto dalla fermentazione (grazie a un vecchio principio di chimica)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un’intuizione che potrebbe essere vecchia quanto il mondo, visto che si basa su un principio della chimica: grazie alla sintesi di Sabatier, la fermentazione del vino potrebbe essere utilizzata per creare metano sintetico. Tutto ciò potrà portare a produrre i vini in maniera del tutto sostenibile.

È la strada intrapresa dall’Università di Perugia sulla base di alcuni studi portati avanti da un enologo-perito chimico della sede Irvo (Istituto regionale del Vino e dell’Olio) di Marsala, Mario Ragusa, che dopo anni di sperimentazioni è arrivato alla conclusione che proprio dalla fermentazione del vino si può produrre il metano. Tutto grazie all’applicazione della sintesi di Sabatier: metodo verificato poi con la collaborazione dell’Università di Perugia.

Con lo scopo di ridurre sensibilmente il valore di anidride carbonica nell’aria, i ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Ambientale dell’Università di Perugia hanno infatti dimostrato di poter captare e riutilizzare la CO2 neutra di fermentazione del vino tramite la sintesi di Sabatier. In questo modo si può produrre il metano mettendo insieme CO2 e idrogeno prodotto dalle fonti energetiche rinnovabili non programmabili, che servono a creare del vino.

mario ragusta post

©Mario Ragusa/Facebook

Infatti per dar vita al metano, è necessaria la separazione e lo stoccaggio della CO2 proveniente dalla fermentazione dei mosti di uva, che si unisce all’idrogeno prodotto da un elettrolizzatore. Sinora, i risultati del progetto hanno confermato che è possibile produrre circa 400 metri cubi di gas metano per ettaro di vigneto coltivato.

L’innovazionespiega Ragusa all’ANSA, esperto del settore vinicolo – sarà il cardine di questo cambiamento economico e strutturale: per ripensare i nostri modi di produzione e consumo e per trasformare i rifiuti in prodotti ad alto valore aggiunto, avremo bisogno di tecnologie, processi, servizi e modelli imprenditoriali nuovi che plasmeranno il futuro della nostra economia e della nostra società”.

La produzione di vino sostenibile? Con questi presupposti è possibile e realizzabile, buon lavoro!

Fonte: Mario Ragusa Facebook / ANSA

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook