Sversava liquami di notte nel Po, azienda agricola causa la morte di oltre 50 quintali di pesci

morìa trote

Azienda agricola sversa liquami nel Po, che causano la morte di 50 quintali di trote. È accaduto a Villafranca, in Piemonte.

Una terribile moria ha colpito i pesci. È accaduto la sera del 4 aprile scorso quando per cause ancora non note e in corso di accertamento, i liquami stoccati della vasca di rimessaggio dell’azienda si sono riversati all’interno del canale irriguo. Quest’ultimo dopo circa 4-5 km confluisce nel Po.

Non si conosce neanche l’esatta quantità finita nelle acque ma la vasca può contenerne fino a un massimo di 15.000 metri cubi. Le sostanze dopo poche ore hanno raggiunto il fume, dove hanno causato la morte di 50 tonnellate di trote in un allevamento ittico.

Ad accertarlo sono stati i carabinieri della stazione di Villafranca che hanno denunciato il titolare. L’uomo è accusato di inquinamento ambientale. La sua azienda agricola si occupa di allevamento di suini.

Una nuova conferma del fatto che l’allevamento sia tutt’altro che amico dell’ambiente. Una serie di investigazioni, tra cui quella della LAV e Rai2, hanno mostrato che in alcuni allevamenti, anche al di fuori, regnano liquami sui terreni e nelle falde acquifere. È quanto è stato scoperto proprio al Nord, tra Brescia, Mantova e Cremona.

fiume-po

Anche il Po torna tristemente a far parlare di se, dopo le ultime terribili immagini legate alla siccità. Il fiume infatti è secco come se già fossimo in piena estate e in alcuni punti la mancanza d’acqua ha permesso di scoprire che il suo letto è una vera e propria discarica fatta di rifiuti di plastica.

E adesso ci si mettono anche i liquami degli allevamenti…

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto di repertorio

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

corsi pagamento

seguici su facebook