Il Po esonda a Torino: Murazzi sott’acqua

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Torino il Po è esondato e ha invaso anche i Murazzi. L’ondata di maltempo che nelle ultime ore si è abbattuta nel Nord Italia si sta facendo sentire anche nel capoluogo piemontese. Il Comune ha disposto la chiusura di alcune strade.

Complici le violente piogge degli ultimi giorni, il Po finora era un sorvegliato speciale ma oggi è uscito dagli argini provocando l’allagamento del Circolo dei Canottieri della Società Armida nell’area del Valentino e dei Murazzi, in pieno centro storico.

“La Protezione civile della Città è in stato di allerta per le condizioni del tempo e per le conseguenze sulla piena del Po. La situazione meteo/idrogeologica in città, secondo le previsioni offerte dall’Arpa, è ora in codice giallo (bassa criticità) mentre le previsioni della piena del Po sono su un gradino più alto, quello arancio (moderata criticità)” fa sapere il Comune di Torino.

Chiuse le aree lungo i fiumi tra corso Regina Margherita e Moncalieri, tutti i percorsi ciclabili e le attività socio-ricreative, compreso il Borgo Medievale.

La Protezione civile sta monitorando soprattutto l’area del Fioccardo e del torrente Sappone, dove alcune abitazioni sono più a rischio.

Qui alcune immagini pubblicate su Twitter:

Ieri la Protezione civile aveva reso noto l’arrivo di perturbazione di origine atlantica sulle regioni settentrionali, in particolare sui settori alpini.

“I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idraulichesi legge nella nota.

Paura anche in provincia

In difficoltà anche l’area metropolitana. Nella zona di Lanzo sono state registrate delle frane mentre il torrente Orco a San Benigno Canavese e il torrente Pellice a Villafranca Piemonte hanno superato il livello di guardia.

Domani le condizioni meteo dovrebbero migliorare, scongiurando altri rischi per la regione.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto: Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook