Tifone in Giappone: almeno 10 morti. Paura per la centrale nucleare di Fukushima

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Giappone non conosce tregua. Le forti ondate di maltempo provocate dal tifone Roke, che nella giornata di ieri si è abbattuto sul Paese, stanno creando terribili problemi in molte città. E il bilancio è drammatico: al momento si parla di più di dieci morti e almeno cinque dispersi. Ma le cifre sono ancora provvisorie.

Nel dramma però, sembra che almeno le centrali nucleari – tra cui quella di Fukushima, colpita dal terremoto dello scorso marzo – non siano in pericolo e le autorità assicurano che non si registrerà nessun altro incidente dopo quello che ha messo in ginocchio il Paese solo 7 mesi fa.

D’altro canto, il settore dei trasporti è andato in tilt: sospesa la circolazione di molti treni, inclusa la navetta tra Tokyo e Osaka, veri centri nevralgici del Paese, che da sola ha lasciato a terra 120.000 viaggiatori.
E non è tutto: a causa dei venti superiori ai 200 chilometri orari sono stati cancellati più di 600 voli e molti tratti autostradali sono rimasti chiusi.

E sebbene gli esperti parlino di miglioramento, le situazione resta pericolosa anche per l’incolumità dei cittadini: pare infatti che almeno un milione di giapponesi dovrebbe abbandonare momentaneamente la propria casa.

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook