#Terremoto in Toscana: oltre 80 scosse in un giorno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La terra trema in Toscana. Decine di scosse di terremoto da ieri fanno paura agli abitanti di alcuni comuni nelle campagne tra San Casciano in Val di Pesa e Greve in Chianti, con epicentro nella zone di Campoli. Si parla finora di oltre 80 scosse, di cui sei con magnitudo al di sopra di 3. La più forte di 4.1, avvenuta sta mattina alle 11.36.

Gente scesa in strada. Interruzioni nell’erogazione della corrent. Ma per fortuna né feriti né vittime. “Dalle verifiche effettuate, l’evento – con epicentro individuato tra i comuni di Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa e Tavarnelle in provincia di Firenze – è risultato avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati al momento danni a persone o cose” rassicura la Protezione civile.

Delle oltre ottanta scosse e micro-scosse registrate da ieri, la più forte è stata, come anticipato, alle 11.36 di magnitudo 4.1, seguita alle 12.36 da un altro terremoto di 3.3. L’epicentro è tra 7.1 e 8.7 chilometri di profondità.

terremoto toscana 19 dic

Anche la scorsa notte tante le scosse registrate dagli strumenti dell’Ingv Alle 1.06, un’altra scossa aveva fatto segnare 3.5, accompagnata da una da 3.8 alle 10.39.

Lo sciame sismico è stato avvertito distintamente anche a Firenze, dove questa mattina due volte sono stati evacuati gli uffici della Regione a Novoli e in centro. Segnalazioni anche da Livorno, Pisa, Prato e Pistoia.

La zona non è comunque nuova, storicamente, a sciami di questo tipo, fanno sapere e rassicurano dalle stanze della Protezione civile. A scorrere negli archivi, anche se la localizzazione degli epicentri allora era meno precisa, se ne trovano segnalati nel 1700, 1812, 1895 e il più recente nel 1972fa sapere Toscana-Notizie.

Evacuate anche alcune scuole del senese e della provincia di Firenze. Altre sono rimaste chiuse con ordinanza sindacale: Tavernelle, Barberino Val d’Elsa, Impruneta, San Casciano in Val di pesa, Greve in Chianti e Certaldo, i comuni più vicini all’epicentro, ma anche a Montelupo fiorentino, Montespertoli, Vinci, Capraia e Limite, Bagno a Ripoli e Figline Incisa.

A Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa, Barberino Val d’Elsa e Impruneta è stato aperto anche il Coc, il centro operativo comunale che si insedia in situazioni di crisi.

Quanto durerà? Impossibile saperlo. Intanto la terra in Toscana continua a tremare. Di seguito gli aggiornamenti via Twitter:

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Prevedere i terremoti: impossibile con precisione, ma abbiamo gli strumenti per difenderci

I 10 terremoti più violenti del mondo (sisma in Giappone incluso)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook