Terremoto oggi in Emilia Romagna: scossa di 5,4. Una vittima, crolla il duomo di Mirandola

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Terremoto in Emilia. Senza fine. Oggi più che mai. Sembra l’unico modo per descrivere quanto sta accadendo ormai da 10 giorni in provincia di Modena, dove la terra non ha smesso di tremare. Crollati campanili, distrutte case, aziende agricole, spezzate vite umane, ma non è ancora finita. Questa mattina altre due violente scosse hanno colpito l’area già devastata dai terremoti dei giorni scorsi. E il duomo di Mirandola, già gravemente danneggiato, ha subito un ulteriore crollo.

Secondo i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia i comuni più colpiti, che si trovano a meno di 10 km dall’epicentro sono: Camposanto, Cavezzo, Medolla, Mirandola, San Felice sul Panaro, San Possidonio e San Prospero.

Due le scosse più violente, avvenute attorno alle 9, di magnitudo 5.8 e 4, avvertite in tutto il Nord, da Pisa e Genova al Veneto, da Milano fino ad Aosta, seguite da numerose altre scosse di magnitudo 3.6. Linee telefoniche intasate, gente scesa in strada, paura. L’Emilia Romagna è allo stremo.

La Protezione civile, all’opera in questi giorni per verificare l’agibilità di alcuni edifici, ha appena diramato una nota, comunicano che il Capo Dipartimento della Protezione Civile ha convocato il Comitato Operativo a Roma per discutere della situazione di emergenza. Attualmente sono oltre 6mila le persone costrette ad abbandonare la propria casa. Le famiglie sfollate sono ospitate in campi di accoglienza, palestre, strutture comunali e alberghi. 18 i campi di accoglienza allestiti per un totale di circa 700 tende e circa 4mila posti letto.

Ma l’emergenza, lungi dal rientrare, sembra acuirsi. È crollato del tutto anche il castello di Finale Emilia. E si teme che i crolli provocati dalle scosse di questa mattina e che hanno coinvolto alcune fabbriche, possano aver intrappolato sotto le macerie alcune persone, anche se nulla di certo si sa a riguardo. Al momento si parla di una vittima.

Intanto le Ferrovie dello Stato hanno annunciato possibili ritardi o cancellazioni per accertamenti sulla rete, ed è stata sospesa anche la circolazione sulle linee Bologna-Verona, Bologna-Piacenza e Bologna-Padova.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook